Manlio Boutique

Successo strepitoso per la tappa napoletana di Parada.

Molti di loro fino a qualche anno fa erano ragazzi difficili, abbandonati, abitanti delle fogne di Bucarest. Oggi, dopo l’incontro con il clown franco-algerino Miloud sono degli artisti di strada che girano l’Europa. Stiamo parlando di Parada, progetto dal naso rosso che mescola arte e sociale per aiutare i bambini in difficoltà della capitale rumena. Questa strepitosa iniziativa è giunta anche a Napoli, grazie al supporto della Provincia e alla volontà de La Scuola della Pace. Quattro giorni di attività circensi e non solo, quattro giorni che hanno coinvolto scuole del territorio e addetti ai lavori del mondo sociale. I ragazzi rumeni sono stati ospitati dalle famiglie del centro storico napoletano e in particolare dei Quartieri Spagnoli, da anni simbolo di una periferia degradata nel cuore della città. Ciò che n’è vento fuori è una straordinaria sinergia tra due mondi lontani, ma con problemi comuni. Per gli artisti dell’Est Europa una grandissima festa e la possibilità di esibirsi con il loro spettacolo “Parada” presso il Teatro Eden di Edenlandia a Fuorigrotta. Hanno partecipato agli incontri numerosi esponenti del mondo politico campano, prima tra tutti il presidente della Provincia Luigi Cesaro. Chiunque volesse sostenere il progetto avvitato da Miloud in Romania, può contattare l’associazione Parada Onlus, che si occupa in Italia di raccolta fondi e dell’organizzazione dei vari tour artistici, cliccando sul sito www.parada.it

Oggi, sono oltre quattromila i ragazzi assistiti e reinseriti grazie al progetto Parada, un esperimento ben riuscito in cui l’arte si mette al servizio della collettività.

Rosario Esposito La Rossa

Print Friendly

Manlio Boutique