Manlio Boutique

Richiesta da più parti una revisione dei cachet per i vertici del Forum, primo fra tutti Vecchioni.

Non accennano a diminuire le polemiche scoppiate subito dopo la notizia del compenso che si vorrebbe riconoscere a Roberto Vecchioni quale Presidente del Forum delle Culture 2013 e agli altri vertici della fondazione, ovvero il dg Caruso e i componenti del consiglio di amministrazione.

Dalla Regione l’assessore alla Cultura, Caterina Miraglia, fa trapelare il suo disappunto e sottolinea che «la politica di rigore dei conti imposta dalla Regione non consente di ipotizzare cifre di questa entità, considerando che tutti gli assessorati sono in sofferenza». Intanto, da presidente del Comitato scientifico del Forum, congela i rimborsi spesa in attesa che si faccia chiarezza sulla questione in generale.

Dello stesso parere il responsabile nazionale cultura e informazione del PD, Matteo Orfini, che pur apprezzando la scelta di affidare il Forum a grandi personalità artistiche, chiede che vengano contenuti gli eccessi e che nella pratica venga dato il buon esempio relativamente alle esigenze di sobrietà e austerity  a cui si è teoricamente finora sempre fatto appello.

Un invito a rivedere i compensi arriva anche dal capo dell’opposizione del consiglio comunale, Gianni Lettieri, in nome soprattutto dei tanti napoletani che oggi si sacrificano per arrivare a fine mese e dell’amore dichiarato nei confronti della città dallo stesso Vecchioni che di tale stima ora deve dare prova concreta.

E pronta, allora, arriva la precisazione del cantautore che si dice disposto a valutare tutte le proposte pur senza dimenticare, però, che accettando con passione ed entusiasmo l’incarico ha dovuto rinunciare a tre anni di lavoro e che dunque sulla base della decisione ultima che sarà presa (non dal cda del Forum, ma dal Comune e dalla Regione) dovrà regolare anche il suo impegno a Napoli compatibilmente con la sua attività da musicista.

Dalla sua parte il sindaco De Magistris che, cercando di stemperare gli animi,  afferma: «Credo, ed è mia opinione, che Vecchioni debba ricevere il compenso economico che adeguato al suo profilo, visto che si tratta di uno dei più grandi cantautori nazionali e non solo, ma anche adeguato sia al momento di crisi sia all’impegno che dedicherà a Napoli e al rilancio della sua immagine e uno straordinario ritorno economico. Comunque non si tratta delle cifre che sento dire in giro».

 

Ileana Bonadies

 

Print Friendly

Manlio Boutique