Manlio Boutique

Sarà Sergio Marotta a sostituire il cantautore che, abbandonando l’incarico, sceglie di tornare ad essere “l’artista, il giocoliere di sogni e di parole” che è sempre stato.

L’aveva annunciato ieri sera dalla sua pagina facebook: «Cari amici, ci tenevo a farvi sapere per primi che ho dato le dimissioni dal mio controverso ruolo di Presidente del Forum di Napoli». Poi stamattina sul quotidiano La Repubblica la pubblicazione in  esclusiva delle motivazioni che hanno spinto al gesto di rinuncia all’incarico. «[…] nella doverosa ricerca intrapresa per approfondire adeguatamente i diversi aspetti dell’incarico affidatomi ho dovuto constatare che il lavoro necessario comporterebbe impegni qualitativamente e quantitativamente eccedenti le mie possibilità e disponibilità. Resto profondamente grato a chi per esso aveva indicato il mio nome e nel confermare tutto il mio amore per la città e per i Napoletani, dichiaro ampia possibilità a collaborare per quanto saprò e potrò a iniziative e manifestazioni nel corso del Forum o in altre occasioni», è ciò che scrive Vecchioni al sindaco De Magistris.

Consapevole della scia di polemiche e dibattiti che la notizia ora determinerà, il cantautore non manca di ribadire l’entusiasmo con cui stava affrontando questa esperienza e le idee a cui stava già iniziando a lavorare: « Volevo chiamare a raccolta innanzitutto i giovani: scontato dire che loro sono il futuro, io penso che loro siano anche il nostro presente. Volevo coinvolgere gli extracomunitari, eredi e testimoni di diverse dimensioni artistiche mediterranee. Mi sarebbe piaciuto far sì che si mettessero in gioco tutti i credenti (parrocchie, moschee, templi) perché l’arte e la fede condividono il futuro e la speranza. Pensavo ad un ruolo speciale per le donne e alle associazioni, ai comitati al volontariato. […] Poi c’è stata la realtà e via via che le cose proseguivano, diventava sempre più chiaro dentro, che un artista, anche un poetucolo come me, poco ha a che fare con i meccanismi per lui astrusi, arcani, insondabili di qualsiasi realtà politica, a meno di far la fine dell’albatros di Baudelaire, perché una cosa è il sogno, altra cosa sono “gli intrecci misteriosi che legano gli uomini al viver sociale”».

Termina così la vicenda del Forum che a lungo ha occupato le pagine dei giornali con dichiarazioni e smentite continue che sin dal primo momento hanno testimoniato la presenza di un clima non sereno nella gestione dei nomi e degli incarichi.

Ora, come si apprende dall’Ansa, a sostituire il professore di origini napoletane sarà un altro docente, Sergio Marotta, professore universitario ed avvocato, attualmente vice capo di Gabinetto al Comune di Napoli.

Intanto il Sindaco, nell’assicurare che Vecchioni continuerà comunque a dare il suo contributo artistico, ha commentato: «Napoli e’ bella e impossibile, noi sogniamo affinche’ l’impossibile diventi possibile».

 

Ileana Bonadies

Print Friendly

Manlio Boutique