Manlio Boutique

Presentata la compagnia teatrale che suggella il connubio tra il Teatro Totò e il Teatro Bracco.

La conferenza stampa svoltasi il 18 gennaio 2012 al teatro Totò è stata un’occasione particolare per presentare un progetto che guarda al futuro e che cerca, con impegno, di creare una occasione, anche lavorativa, in una situazione culturale molto difficile come è quella del teatro a Napoli. Prima che conferenza è stata un’esibizione, una sorta di trailer teatrale per presentare lo spettacolo Nanà ovvero intricate storie di palle, pallottole e preghiere, la nuova produzione del sodalizio artistico, che prosegue ormai da molto tempo, tra il teatro Totò diretto da Gaetano Liguori e il teatro Bracco diretto da Caterina De Santis. Dopo la presentazione dello spettacolo è stata la volta della vera e propria conferenza stampa diretta a consacrare, in maniera ufficiale, il sodalizio artistico grazie alla nascita della Compagnia Stabile Napoletana, il cui cast è appunto formato dagli attori in scena con lo spettacolo Nanà dal 19 al 29 gennaio sempre al teatro Totò.

Due gli interventi principali ad opera dei due direttori artistici Gaetano Liguori e Caterina De Santis (che è anche attrice protagonista della pièce). Quello di Liguori, in particolare, è stato il motivo per una fare una puntualizzazione su alcune dichiarazioni di Luca De Filippo relativamente all’ attuale situazione della cultura e in particolare del teatro a Napoli: «Lavoriamo sul territorio da tantissimi anni […] bisogna difendere questi spazi che lavorano in quartieri difficili come il nostro […] uno spazio come il nostro che quest’anno ha raggiunto 2600 abbonati ma nessuno ne parla, uno spazio che ha un laboratorio con oltre 300 presenze […] non abbiamo bisogno delle critiche di qualcuno che Napoli non la vive in prima persona…», ha spiegato Liguori, riguardo anche alla riapertura del San Ferdinando che proprio da poco ha ospitato l’ultimo spettacolo di De Filippo.

Più orientato al progetto l’intervento della De Santis che ha presentato la compagnia e spiegato gli obiettivi dello stesso, ovvero creare occasioni di lavoro e di inserimento per i giovani attori napoletani cercando di mantenere sempre un costo fisso dei biglietti (15 €) per poter accogliere un pubblico il più vasto possibile.

Gennaro Monforte

Print Friendly

Manlio Boutique