Manlio Boutique

Il portale spettacolodalvivo.beniculturali.it mette in rete l’analisi dettagliata dei fondi versati ai teatri.

Il 2011, da breve conclusosi, è stato un anno caratterizzato da numerose polemiche e accese diatribe rispetto al settore spettacolo. Soldi insufficienti, crisi, tagli, teatro occupati, proteste, sono solo alcuni degli scenari che il vecchio anno ha tristemente regalato e la questione fondi, statali e regionali, come sempre è stata al centro del dibattito. C’è chi dichiara che  finanziamenti ci sono ma che sono usati male, chi ribatte affermando che sono tutti in mano a poche persone e chi, intanto, non vede nemmeno l’ombra di un quattrino. Per tale ragione è sembrato opportuno in questa sede fare un’attenta analisi dei soldi immessi dalle istituzioni all’interno del circuito teatrale. Un’analisi che possa tentare di fare luce sui teatri italiani e, in particolar modo, su quelli campani e napoletani. Certi sin da ora che l’analisi non potrà essere esaustiva ma che si pone solo l’obiettivo di mostrare dati che, a parere di chi scrive, potrebbero essere molto interessanti da valutare.

Del resto, tutti possono scaricare dal sito www.spettacolodalvivo.beniculturali.it (sito gestito dal ministero) le informazioni relative ai contributi versati a teatri e imprese nell’anno solare 2011. Si tratta di un prospetto chiarissimo.

Partiamo dai teatri stabili ad iniziativa pubblica, quelli che maggiormente fanno discutere. I teatri in assoluto più finanziati dagli enti pubblici sono:

  • Fond. E. A. Piccolo Teatro di Milano T. d’Europa MILANO 3.268.050,00 euro di finanziamento
  • Ente Autonomo Teatro Stabile di Genova GENOVA 1.802.856,00 euro di finanziamento
  • Fondazione Teatro Stabile di Torino TORINO 1.802.605,00 euro di finanziamento
  • Associazione Teatro di Roma ROMA 1.650.603,00 euro di finanziamento
  • Ente Autonomo Teatro Stabile Friuli Venezia Giulia TRIESTE 1.024.962,00 euro di finanziamento

Il teatro del Sud Italia con il più alto finanziamento è l’Ente Teatro di Sicilia Stabile di Catania con 954.079,00 euro di finanziamento.

L’Associazione Teatro Stabile della città di Napoli è terzultima in classifica con appena 386.305,00 euro di finanziamento, la precede soltanto il Teatro dell’Aquila e lo Stabile Sloveno a Trieste.

In assoluto al Sud vengono investiti nei teatri stabili appena 2.104.000 euro, praticamente i due terzi dei soldi spesi nel solo stabile milanese.

Al Nord sono presenti 9 associazioni ed enti di stabili con svariate sale con un finanziamento di 11.380.000 di euro. Al Centro sono presenti 5 associazioni ed enti di stabili con un finanziamento di 3.779.000 euro. Al sud appena 3 realtà vengono finanziate: Napoli, Palermo e Catania. Non compaiono in questo prospetto Puglia, Calabria, Basilicata e Sardegna.

Passando ai teatri stabili ad iniziativa privata, la situazione non cambia di molto: tra questi l’Eliseo di Roma risulta il più finanziato con 1.386.572,00 euro, mentre al Sud solo 3 sono i teatri finanziati, ovvero:

  • Fondazione Teatro di Napoli NAPOLI 1.047.845,00
  • T. Stabile di Calabria Gitiesse Artisti Riuniti s.c.r.l. CROTONE 783.123,00
  • Teatro Stabile della Sardegna s.c.r.l. CAGLIARI 402.493,00

Occorre sottolineare che tra Nord e Centro i teatri stabili ad iniziativa privata sono 12. Il divario è quindi sotto gli occhi di tutti.

Per quanto concerne ancora gli Stabili di Innovazione, dai dati pubblicati scopriamo che il teatro più finanziato è il milanese C.R.T. Centro di Ricerca per il Teatro s.c.r.l. con 508.273,00 euro (n.d.r. supera di gran lunga il finanziamento del Mercadante di Napoli).

Per la città di Napoli in particolare, invece, compaiono a centro classifica:

  • Il Teatro s.c.r.l. con 202.003,00 euro,
  • Nuovo Teatro Nuovo s.r.l. con 255.030,00 euro.

Caserta, Avellino, Benevento e Salerno, al momento sembrano essere realtà teatrali sconosciute. Ciò non vuol dire però che non abbiano finanziamenti: molte città del sud come del nord, infatti,  percepiscono fondi direttamente dai comuni, o da progetti come festival, vedi per esempio nel caso di Benevento o del Napoli Teatro Festival Italia. I dati di questo articolo, però si riferiscono prettamente alle statistiche promosse dal ministero.

Ma continuiamo nell’analisi, tragica è la situazione per Napoli dal punto di vista degli Stabili per l’Infanzia, nonostante le eccellenze delle nostre compagnie territoriali, vedi Le Nuvole e I Teatrini.

Per Le Nuvole soc. coop. previsti 95.182,00 euro di finanziamento. Svetta Solares Fondazione delle arti PARMA con 386.862,00 euro (n.d.r meno del teatro Mercadante di Napoli) seguita da realtà torinesi e milanesi. Meglio non soffermarsi sulla questione relativa alle imprese finanziate con soldi pubblici. Qui ci limitiamo soltanto a riproporre l’elenco delle imprese/compagnie campane finanziate dallo Stato:

  • I Due della Città del Sole s.r.l. BENEVENTO (91.495,00 euro)
  • Compagnia Teatrale Enzo Moscato società cooperativa (56.908,00 euro)
  • Cooperativa del Teatro Magazzini di Fine Millennio società cooperativa NAPOLI  (37.027,00 euro)
  • Diana OR.I.S. s.n.c. di Mirra L. e De Gaudio M. C. & C. NAPOLI (329.878,00 euro)
  • Doppia Effe Production s.r.l. POZZUOLI (NA) (110.819,00 euro)
  • Ente Teatro Cronaca di Galdieri Domenico & C. s.a.s. NAPOLI  (305.624,00 euro)
  • Gli Ipocriti coop. s.p.A. NAPOLI (346.014,00 euro)
  • Associazione I Teatrini Centro Campano Teatro D’Animazione NAPOLI  (41.614,00 euro)
  • Nuovo Teatro s.r.l. NAPOLI  (96.065,00 euro)
  • T.T.R. Il Teatro di Tato Russo coop. a r.l. NAPOLI  (146.771,00 euro)
  • C.R.A.S.C. società cooperativa NAPOLI  (93.815,00 euro)
  • Associazione Prospet Promozione Spettacolo NAPOLI  (42.000,00 euro)
  • Teatri Uniti società cooperativa a r.l. NAPOLI  (334.093,00 euro)
  • Associazione Culturale Vesuvioteatro PORTICI (NA)  (73.031,00 euro)
  • Elledieffe s.r.l. PORTICI (NA)  (405.538,00 euro)
  • Libera Scena Ensemble piccola società cooperativa a r.l. SAN GIORGIO A CREMANO (NA) (65.164,00 euro)
  • Teatro Segreto s.r.l. NAPOLI (74.334,00 euro)
  • Elledi 91 s.r.l. SCAFATI (SA)  (42.114,00 euro)
  • Neraonda s.r.l. BENEVENTO  (155.014,00 euro)
  • Teatro Eidos società cooperativa SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)  (19.618,00 euro)
  • Le Pecore Nere s.r.l. NAPOLI  (33.156,00 euro)

Da non dimenticare le  realtà che propongono Teatro di Figura (per esempio le guarattelle): Napoli e la Campania non ricevono assolutamente finanziamenti, Palermo (per ovvie ragioni) percepisce circa 80.000 euro, seguita da Milano.

La lista continua ancora con gli Organismi di distribuzione, promozione e formazione del pubblico. Unica realtà presente in Campania è l’Ass. C.T.R.C. – Circuito Teatrale Reg. Campano NAPOLI con 825.142,00 euro, che però percepisce il più alto budget d’Italia.

L’ultimo dato di questo resoconto riguarda le scuole di formazione o esercizio. Ecco l’elenco campano:

• Diana Or.I.S. s.n.c. NAPOLI (97.702,00 euro)

• Palme s.r.l. NAPOLI (15.017,00 euro)

• Caccavale Francesco d.i. NAPOLI (70.562,00 euro)

• Teatro Acacia s.r.l. NAPOLI (25.540,00 euro)

• Ass. Cult. Teatro Elicantropo Anonima Romanzi NAPOLI (3.500,00 euro)

• Associazione Culturale I.C.R.A. Project NAPOLI (5.651,00 euro)

Napoli e la Campania sono praticamente assenti, invece, dal circuito dell’Arte di Strada (il massimo finanziamento in tal caso è di 20.000 euro a Ferrara), da Rassegne e Festival, dalle attività all’esterno.

Il Napoli Teatro Festival Italia, in questo lunghissimo elenco di dati promossi dal ministero, compare primo in graduatoria nella sezione Progetti Speciali ad Istanza di Parte con 350.000 euro.

Fatti un po’ di conti circa i soldi investiti nelle attività teatrali milanesi, il totale è risultato essere all’incirca di 8.791.000 euro. Leggendo questi dati, paradossali sotto alcuni punti di vista, viene pertanto da chiedersi: ma i soldi ci sono? Come vengono spesi? Chi li gestisce? Chi è il responsabile? In base a quali criteri vengono spartiti? Chi controlla chi?

Il 2012 è appena iniziato, ma non certo sotto il più grande degli auspici. Insomma, si piange miseria. Per quanto ancora?

Piove teatro ladro, piove.

 

Rosario Esposito La Rossa

Print Friendly

Manlio Boutique