Manlio Boutique

Resi noti gli spettacoli del nuovo cartellone del teatro di via Montecalvario.

Il Teatro Nuovo, da quest’anno diretto unicamente da Alfredo Balsamo, inaugurerà la nuova gestione il 23 ottobre con uno spettacolo scritto e diretto da Enzo Moscato, Ta-Kai-Ta con Isa Danieli. Dedicato ad Eduardo De Filippo, lo spettacolo sarà  presentato a settembre anche nell’ambito del Napoli Teatro Festival Italia.

Particolarmente attenta alla qualità, la programmazione continuerà alternando sul palco tantissimi artisti tra cui: Silvio Orlando che dall’11 dicembre sarà in scena con Il Nipote di Rameu di Diderot e Stefano Accorsi che dal 18 dicembre presenterà Furioso Orlando, ‘ballata in ariostesche rime per un cavalier narrante’, tratto dall’Orlando Furioso di Ariosto per l’adattamento e la regia di Marco Baliani.

A gennaio, a partire dal 22, sarà la volta dello spettacolo Pantani di Marco Martinelli (nelle vesti anche di attore e regista), dedicato al famoso ciclista italiano scomparso alcuni anni fa ma sempre rimasto nell’olimpo degli sportivi come uno dei più importanti ciclisti degli ultimi tempi. Dal 30 dello stesso mese, invece, Glauco Mauro e Roberto Sturni porteranno in scena Samuel Beckett con Da Krapp a Senza parole, per le traduzioni teatrali di Carlo Fruttero e Franco Lucentini.

Da segnalare anche L’arte del dubbio, dal libro di Gianrico Carofiglio, nella versione teatrale di Stefano Massini, che dal 12 febbraio vedrà gli intrepreti Ottavia Piccolo e Vittorio Viviani, diretti da Sergio Fantoni, impegnati in un “cabaret del dubbio” in cui nulla è certo. Si proseguirà, dal 5 marzo, con un altro omaggio a De Filippo: Requie all’anema soje (due atti unici: Il cilindro e I morti non fanno paura) con la regia di Alfonso Santagata. Sempre a marzo, dal 12, Claudio Di Palma presenterà La finestra sul cortile, adattamento dal racconto di Woolrich, noto anche per la trasposizione cinematografica di Hitchcock.

Chiuderà la stagione, dal 16 aprile, Il Soccombente di Bernhard messo in scena da Roberto Herlitzka e Marina Sorrenti, per la regia di Nadia Baldi e a cura di Ruggero Cappuccio per quanto attiene la riduzione dall’omonimo romanzo.
Fuori abbonamento, dal 20 al 24 marzo, previsto, invece, Francamente me ne infischio, cinque movimenti liberamente ispirati a Via col vento di Margaret Mitchell, con Caterina Carpio, Candida Nieri, Valentina Vacca, per la regia di Antonio Latella.

Per maggiori informazioni si può visitare il sito del teatro.

Print Friendly

Manlio Boutique