Manlio Boutique

Il cartellone del teatro di forcella presentato dal neo direttore artistico Verdelli

 

foto di Davide Visca

Inizierà il 5 Ottobre la nuova stagione artistica del Trianon, il cartellone, presentato lo scorso lunedì alla presenza dell’assessore regionale Marcello Taglialatela, del presidente della Trianon Viviani SpA Maurizio D’angelo, del presidente del consiglio provinciale Luigi Rispoli e diversi artisti, è ricco di appuntamenti. «Cercherò di sviluppare un progetto artistico al tempo stesso “parte-nopeo e parte… europeo” ma soprattutto vorrei cercare di fare sistema con le tante eccellenze, a volte anche inconsapevoli, che la nostra città e la nostra regione hanno sempre prodotto e che spesso hanno trovato la loro conferma andando via» – ha esordito il neo direttore artistico Giorgio Verdelli che con slancio ed entusiasmo ha accettato l’incarico «per sperimentare nuovi linguaggi in questo teatro storico, bello e di straordinaria acustica». Lo scopo che il teatro si prefigge è di essere la casa della canzone e musica napoletana, ma soprattutto uno spazio aperto al territorio, come sottolinea D’Angelo. Per l’assessore regionale Marcello Taglialatela: «L’obiettivo che la Regione affida al Trianon non si limita alla sola attività musicale, ma si allarga a funzioni di avamposto culturale e sociale». A tal proposito il programma si presenta alquanto nutrito e variegato: molti concerti e show case tra cui Enzo Gragnaniello, James Senese, Peppino Gagliardi, Gianfranco Gallo & i Letti Sfatti, Shampoo & Vince Tempera, Enrico Ruggeri, Raiz, Misia e Fausto Mesolella, Solis string quartet & Peppe Servillo; sono previsti inoltre spettacoli come Passione Tour, Chet c’è. Viaggio sulla vita e sulla musica di Chet Baker, Quartieri Spagnoli, La cantata dei Pastori, ma anche commedie musicali come Scapece ma capace, Armando Gill, ovvero «C’eravamo tanto amati», tre omaggi musicali ai Beatles, a Sergio Bruni ed a Giorgio Gaber e tanti altri eventi che hanno sempre la musica per protagonista come Io odio i talent show di e con Mario Luzzatto Fegiz. Sono in fase di elaborazione anche allestimenti e repliche mattutine dedicati alle scuole e progetti a medio termine rivolti al mercato turistico, inoltre – anticipa D’Angelo – ci sarà un incontro con la Soprintendenza per i Beni Archeologici per definire l’”adozione” del cippo a Forcella.

 

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.teatrotrianon.org

 

Irene Bonadies

 

Print Friendly

Manlio Boutique