Manlio Boutique

Al via domani la rassegna che intende porsi quale nuova opportunità, per il teatro e gli spettatori, di sperimentare dimensioni diverse di fruizione di una performance dal vivo.

Progetto grafico di Carmine Luino

Nata da un’ idea del drammaturgo Manlio Santanelli, con l’esigenza di apportare una innovazione in una realtà attualmente impossibilitata ad esprimere al meglio le sue infinite potenzialità, e realizzata grazie al supporto di Livia Coletta e Ileana Bonadies, in collaborazione con la casa editrice Caracò, andrà in scena domani 8 ottobre il primo spettacolo in appartamento della rassegna  Il teatro cerca casa.

Il progetto nasce dalla necessità di portare il teatro al pubblico occupando i salotti, le cucine, i terrazzi degli appartamenti napoletani e di provincia laddove artisti e spettacoli faticano a trovare spazio nel loro luogo istituzionale, il teatro. Non si tratta di una iniziativa sperimentale (precedenti iniziative di natura episodica, infatti,  sono state realizzate in passato altrove) ma è la prima volta – ed è questa la grande peculiarità – che si realizza un vero e proprio cartellone comprendente 22 spettacoli che andranno in tournèe in una serie di appartamenti uniti in rete.

Altissima è stata la richiesta da parte delle compagnie teatrali di entrare a far parte della programmazione, così come continua è tutt’ora la volontà di padroni di casa sempre diversi di mettere a disposizione le loro dimore, così divenendo, insieme al pubblico, “coproduttori” dello spettacolo per la cui visione è richiesto un contributo di 10 euro a sostegno della professionalità degli artisti in scena, troppo spesso mortificata da lavori poco o per nulla retribuiti.

Nell’arco della stagione, si potrà assistere alla messa in scena di spettacoli già collaudati e di altri, invece, scritti e realizzati ad hoc per l’occasione. Le case attualmente disponibili sono site nella zona del centro storico, di Posillipo e del Vomero per, poi, spostarsi in provincia tra Portici, Afragola e Capua. A ciascuno dei padroni di casa l’opportunità  di ospitare una replica al mese. La prenotazione agli spettacoli sarà possibile effettuarla scrivendo all’ indirizzo e-mail ilteatrocercacasa@gmail.com ed è obbligatoria dato che i posti a sedere sono limitati ad un pubblico di circa 30 persone (il numero è variabile sulla base della capienza dei diversi appartamenti). Solo ai prenotati sarà comunicato l’indirizzo esatto del luogo dove si svolgerà la rappresentazione.

A  dare il via sarà Paolo Cresta accompagnato da Carlo Lomanto che porterà in scena a casa Santanelli (zona Vomero) alle ore 18, Animali come noi. Seguirà il 24 ottobre Tina Femiano con Amori Criminali (zona Museo), mentre il 28 Lalla Esposito e Mariano Bellopede omaggeranno Domenico Modugno con lo spettacolo Concerto Blu (a Capua). A novembre spazio, invece, a di carne di Alessandro Gallo (che farà tappa a Portici) e, ancora, a Gea Martire con Della storia di G. G.

Tra le altre pièce a cui sarà possibile assistere durante l’anno: Home di Luigi Imperato e Silvana Pirone, Naufragi con Enzo Salomone, Le guardie del suo corpo di Mario Gelardi, Nei bagni della vecchia stazione diretto da Carlo Cerciello, Anna Cappelli con Antonella Morea, Ascoltando zio Vanja, progetto di Roberto Azzurro, Disturbi di memoria con Mario Porfito e Lello Serao, Letture da Toledo di Gino Curcione, Lucia Migliaccio con Antonella Romanao, Ida e Ada (al bar di Edo), regia di Niko Mucci, La solitudine si deve fuggire con Federica Aiello, e altri ancora.

Francesco La Rocca

 

Print Friendly

Manlio Boutique