Manlio Boutique

A Galleria Toledo va in scena uno spettacolo che cerca d’andare oltre il confine della danza, senza riuscirci a pieno.

È andato solo due gioni in scena nello spazio di Galleria Toledo lo spettacolo Sussurri_la voce del corpo, con coreografia e regia di Antonello Tudisco, per la drammaturgia di Domenico Ingenito. Interpreti sei “danzattori” dalla corporatura longilinea: Alessandra Bordino, Francesco Colaleo, Roberta De Rosa, Stefano Roveda, Davide Valrosso, Elisabetta Violante.

Sebbene le intenzioni sembravano promettere bene, nella realizzazione lo spettacolo non decolla. La verità è che per quasi un’ora si è attesa una sorpresa, una sorta di colpo di scena che stravolgesse le sorti di un qualcosa che pareva un mero esercizio di stile e, alla fine, la sorpresa non c’è stata. Gli intenti si afferrano leggendo la sinossi, in caso contrario si vaga per un tempo non troppo piccolo nella sensazione di non capire cosa stia accadendo davanti ai propri occhi.

È poi indubbia la capacità attrattiva che talune movenze e che, in generale, la danza possano esercitare su qualsiasi spettatore. Tant’è vero che il momento più interessante si registra proprio all’inizio, quando l’attore, mimando con il corpo una difficoltà a reggersi in piedi ed avere pieno controllo della sua mobilità, dice in realtà di una soggezione umana al moto della terra incontrollato. Poi però è tutto nebuloso, poco chiaro e assente di punti di riferimento. Belle alcune scelte estetiche, a tratti tentativi di quelli che paiono quasi affreschi impressionisti in movimento.

Accattivante è pure la netta volontà dei protagonisti, in alcuni punti, di muoversi in disarmonia rispetto alle musiche, interpretabile come l’esemplificazione di una difficoltà di stare rispetto alle cose, che genera avversità. Non c’è volontà alcuna di scoraggiare l’intento alla sperimentazione, perché non esiste futuro per un teatro in cui non se ne faccia. Va tuttavia riconosciuto allo spettatore il diritto alla comprensione. È più che probabile che questo spettacolo avesse delle potenzialità inespresse e l’auspicio è che l’autore e la compagnia riescano presto a concretizzarle in uno spettacolo che non si rivolga esclusivamente ad addetti ai lavori.

 

Andrea Parré

 

Info

Galleria Toledo

Via Concezione a Montecalvario 34 – Napoli

tel. 081425824

www.galleriatoledo.org

 

 

 

 

 

Print Friendly

Manlio Boutique