Manlio Boutique

All’interno della distrutta Città della Scienza, il Teatro Galilei 104 resiste alle fiamme: l’augurio di Giulio Baffi (e di tutti noi) che la rinascita possa iniziare da qui.

Ho sperato che questo incendio fosse stato causato da un corto circuito, da un mozzicone lasciato acceso, da una distrazione. E invece il peggio è realtà. Città della Scienza è stata bruciata dai nostri nemici. Ma che guerra è questa. Che civiltà è questa che tollera un simile scempio. Per ora parole e sguardi inorriditi, disperati, di quanti hanno creato quella realtà laboriosa ed ora cercano di guardare oltre, avanti nel tempo e nello spazio, chiedendo che Città della Scienza sia ricostruita, e subito. Spero che questo accada con il consenso ed il contributo di “tutti”.

Guardo le fotografie di quell’ammasso distrutto e mi commuovo. Leggo che qualcosa si è salvato: il Teatro Galilei 104. Bene prezioso che gli amici de Le Nuvole avevano reso vivo per accogliere giovanissimi spettatori. È un segno? Mi piace pensare che lo sia. Che la furia selvaggio scatenata contro la nostra comunità non sia riuscita ad andare fino in fondo, fino alla distruzione totale, e che il Teatro ancora una volta sia riuscito a fermare le fiamme e possa vivere. Segno forte di una disperazione che non si arrende. Simbolo evidente della impossibilità di cancellare la cultura. Esortazione di speranza e di certezza. Città della Scienza ed il suo Teatro torneranno presto ad ospitare giovani spettatori entusiasti, affascinati e pronti a raccogliere il grande seme che solo così potrà germogliare? Me lo auguro. E lo auguro a tutti gli amici di Città della Scienza. Con infinita stima ed affetto. Con alcuni di loro ho condiviso entusiasmi lontani nel tempo, con loro condivido ora l’angoscia di questo momento. E nell’apprendere che il prossimo appuntamento di Città della Scienza e de Le Nuvole, dedicato a tutte le piccole cittadine e i piccoli cittadini insieme alle loro famiglie, è con lo spettacolo Dalle nuvole Bruno del Teatro Pirata di Jesi (AN) che andrà in scena domenica 10 alle ore 12 nella Sala Newton di Città della Scienza, lato BIC (Business Innovation Centre), so che anche questa volta al Teatro è affidato il segno importante di una realtà che non si fermerà.

Giulio Baffi

Print Friendly

Manlio Boutique