Manlio Boutique

Si inaugura la nuova scuola di teatroterapia per aiutare gli altri con l’arte. Aperte le iscrizioni fino all’8 aprile.

 

“Gli artisti sanno una quantità di cose tra cielo e terra che il nostro sapere neppure sospetta”.

S. Freud

 

qndÈ il secolo della psicoanalisi. Scagli la prima pietra chi non ha mai consultato un professionista della mente. Eppure, non tutti sanno che per aumentare la propria auto-consapevolezza esiste anche la teatroterapia. Che cos’è? È una forma di arteterapia di gruppo che nasce da un metodo, ideato da alcuni psicologi e teatranti, che coniuga le teorie psicologiche con il teatro, e integra molte terapie alternative con lo scopo di garantire ai partecipanti un maggior equilibrio tra corpo, psiche ed emozioni.

Ed è proprio a Napoli che l’associazione ANTHEA (Ass Naz di teatro-arte terapia) apre una scuola di Teatro Arte Terapia (iscrizioni fino all’8 aprile), avvalendosi de il Teatro dell’Anima, la scuola di musicoterapia ISFOM, le competenze psicopedagogica di Esperimento 20 impresasociale e le professionalità teatrali e psicosociali di Marina Rippa, Adolfo Ferraro, Sara Diamare e i loro collaboratori.

Il corso è un viaggio esperienziale e conoscitivo della comunicazione umana, attraverso il teatro che ne utilizza tutte le forme espressive: dal movimento alla voce, al suono, alla danza, alle arti plastiche (pittura, scultura, scenografia), alla multimedialità per mettere in scena e mettersi in scena.

L’arte è scelta in questo senso come strumento ideale, dal momento che per sua natura è profondamente legata ai sensi e al corpo (sensazioni visive, acustiche, tattili, olfattive, percezione ed organizzazione dello spazio) e coinvolge emozioni e processi cognitivi, che attraverso di essa trovano espressione nel processo di simbolizzazione. Quasi come se i sensi fossero delle porte attraverso cui l’uomo conosce il mondo, e che l’arte apre.

La scuola, si propone non solo di integrare le attività espressive con gli strumenti della psicologia clinica e della psicopedagogia ,delle scienze della formazione, ma anche di arricchire la psicologia clinica, la psicopedagogia, e le scienze della formazione con i metodi delle arti espressive.

Ma vediamo come funziona nello specifico il metodo della teatroterapia.

All’interno del gruppo avviene la messa in scena dei propri vissuti: conflitti, gioie e dolori rappresentate trovano modo di uscire e di prendere forma, diventando più gestibili, perchè ora hanno un volto ben definito. Si tratta di un processo educativo, laddove “educare” sta per educere, ovvero “portare fuori”: far emergere la consapevolezza ed una maggior conoscenza di sé mediante la pratica espressiva, l’osservazione ed il confronto, trasmettendo creativamente agli altri i propri risultati.

La teatroterapia implica anche l’educazione alla sensorialità e alla percezione del proprio movimento corporeo e vocale; agendo attraverso la rappresentazione di personaggi extraquotidiani (principalmente improvvisati), e implicando un minuzioso lavoro pre-espressivo.

È importante chiarire però che la teatroterapia non produce diagnosi, né interpretazioni psicologiche, ma rafforza nuove visioni di sé, pertanto non può sostituire cure psicoterapeutiche, ma le affianca.

 

Qui di seguito le info sulla scuola, sulla durata dei corsi, sulle agevolazioni.

 

IL CORSO
Il corso dura tre anni. Ciascun anno prevede 9 weekend e un intensivo di cinque giorni.
Gli incontri si svolgeranno attraverso attivita’ teoriche ed esperienziali e tirocini.
Alla conclusione del 1° e del 2° anno è prevista una verifica delle competenze attraverso la presentazione di una tesina e per 3° anno è prevista una tesi finale.
Titoli rilasciati
1 anno “Esperto in attività espressivo-teatrali”
2 anno “Esperto in teatro-arteterapia”
3 anno “Teatroterapista”.
Il diploma finale della scuola consente l’accesso all’Associazione di registro per arteterapisti AGARTE (Ass. generale delle Arti-terapie, che olt ai teatroterapisti include altri operatori come musicoterapisti, danzoterapisti, terapisti della comunicazione in arti plastiche e visive).

A CHI SI RIVOLGE
Il corso si rivolge ad attori, registi, artisti, psicologi , operatori socio-sanitari, insegnanti, riabilitatori, quanti hanno rapporto con situazioni di prevenzione e intervento contro il disagio e la difficoltà individuale, sociale e culturale e intendono utilizzare nel loro percorso tecniche espressive-teatrali.
Per gli operatori socio-sanitari è in atto la procedura di riconoscimento per l’attribuzione di 25 ECM per il primo anno di corso .
Per tutti i lavoratori dipendenti è previsto l’utilizzo dell’istituto delle 150 ore.
Sono previste agevolazioni nel pacchetto formativo rispetto alla presenza, per chi è già in possesso di una formazione documentabile in psicologia, pedagogia ed altre formazioni di arti-terapie (come musicoterapia, danzoterapia, terapia della comunicazione in arti plastiche e visive).
Materie oggetto di studio:
Il corso é sviluppato attraverso
laboratori di espressione corporea e movimento,
teatro, scenografia,
fotografia, arti plastiche,
comunicazione visiva, scrittura,
integrati nell’attivitá teorica, che comprende discipline di psicologia dello sviluppo, psicopatologia, psicopedagogia e dinamica dei gruppi
La sede del corso è Esperimento 20 corso Vittorio Emanuele 87 Napoli

CONTATTI
tda@teatrodellanima.com,
telefono 3404627742 (fabiana) e 3397408003 (viviana)

 

La Redazione

 

Print Friendly

Manlio Boutique