Manlio Boutique

Il regista Franco Dragone presenta un progetto teatrale per portare l’arte tra i vicoli di Cairano, per garantire un avvenire al suo paese d’origine.

2763519076E’ ufficiale! Il regista e produttore italo belga Franco Dragone ha presentato il suo progetto che porterà l’arte del teatro nei vicoli di Cairano, un paesino inerpicato sulle montagne della provincia di Avellino, al confine tra Campania, Basilicata e Puglia.

Ma perchè proprio Cairano? Non tutti sapranno infatti che Franco Dragone nasce proprio lì, nel dicembre del 1952. A sette anni poi si trasferisce in Belgio dove inizia ad avere i primi contatti con il mondo del teatro, che lo portano, negli anni ’80 in Québec, a collaborare con il Cirque du Soleil, dove accompagnerà e dirigerà numerosi spettacoli. Esperienza che Dragone in seguito riporta in Belgio, creando il Cirque Archaos e fondando la Dragone group, la casa di produzione che tuttora dirige.

L’importanza e il valore del progetto di Teatro a Cairano: le radici delle nuvole è spiegato dallo stesso regista: «Penso che, come il teatro ha salvato me dal lavoro che mi era predestinato, così il teatro potrà salvare Cairano e i suoi giovani».

Attraverso il Teatro Azione il paese sarà trasformato in un palcoscenico all’aperto dove andranno in scena i sentimenti, le relazioni, i contatti, i movimenti e i dialoghi, il tutto senza partire da un testo esistente ma realizzando una creazione collettiva, attraverso un’attività di animazione strutturata, che darà l’opportunità di scoprire e sperimentare il ruolo del corpo e delle parole all’interno del racconto.

Lo spettacolo sarà dunque frutto di un lavoro comune, una sorta di work in progress.

cairano_da-estIl progetto prevede diverse attività:

L’Atelier del Teatro Azione realizzerà dei laboratori basati sull’improvvisazione non solo del personaggio ma anche della rappresentazione teatrale per far emergere, o meglio, riscoprire e rivalutare ritmi, voci, gestualità, emozioni.

Il Festival dei Corti che si terrà il 2-3 e 4 agosto, ospiterà compagnie teatrali provenienti da ogni parte del mondo, creando un universo teatrale capace di far divertire, ma anche riflettere. Saranno i vicoli di Cairano a fare da scenario alle piccole, ma suggestive realizzazioni teatrali.

Inoltre ci sarà un laboratorio per la rivisitazione dello spettacolo Che sapore ha la felicità?, prodotto lo scorso anno con la partecipazione degli abitanti di Cairano.

C’è tutto l’impegno dei cairanesi, del direttore del Teatro Carlo Gesualdo di Avellino Dario Bavaro, della Pro Loco e dell’Amministrazione comunale nel realizzare il progetto, anche perchè il paese, come molti altri piccoli centri in Italia, sta facendo i conti con un intenso spopolamento. L’iniziativa perciò ha il difficile compito di offrirsi come nuova realtà socio-economica per le nuove generazioni, proponendosi come appuntamento indiscusso dell’estate irpina, affinchè il centro diventi un serio punto di ritrovo per il mondo del teatro.

Per poter accompagnare e partecipare alle attività visitare il sito internet www.teatroacairano.it  

 

Carmela Pugliese

Print Friendly

Manlio Boutique