Manlio Boutique

Il teatro al servizio del carcere. Oggi all’Augusteo previsto uno spettacolo per la raccolta firme sui diritti dei detenuti.

 

Il carcere possibile2Oggi, 3 aprile alle 21, il Teatro Augusteo ospiterà l’evento Ridere per Educare, giunto alla sua sesta edizione e sostenuto dall’associazione Il Carcere Possibile Onlus e dalla Camera Penale di Napoli, in collaborazione con Antigone, per raccogliere firme su tre progetti di leggi di iniziativa popolare sul carcere, le torture, le droghe leggere promosse dall’Unione Camere Penali Italiane e da altre 20 Associazioni.

Una serata per divertirsi e sostenere le iniziative de Il Carcere Possibile Onlus, condotta da Lino D’Angiò, attore, comico e presentatore televisivo, con la partecipazione di Corrado Ardone, Massimo Peluso e Ettore Massa, che presenteranno il loro film Sodoma, l’altra faccia di Gomorra, in sala il 4 aprile. Sul palcoscenico si alterneranno Luca Sepe, Maria Bolignano, Nando Varriale; inoltre ci saranno gli interventi musicali di Monica Sarnelli, Ciccio Merolla e del trio Gino Mastrocola, Paolino Coppeto, Nadia Pepe.

Un’iniziativa nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti negati ai detenuti, con l’auspicio di poter riportare la legalità nelle carceri e contrastare in maniera sistemica il sovraffollamento delle carceri.

In questo momento, in Italia, vi sono circa 22 mila detenuti in più rispetto ai posti letto regolamentari; il tasso più alto di affollamento in Europa. Di certo, non è un primato di cui vantarsi. Tre le proposte presentate, per migliorare la situazione nei carceri italiani. La prima evidenzia la mancanza, nonostante l’obbligo internazionale, del crimine di tortura, una lacuna molto grave nel nostro Paese (l’Italia, in questo caso, è molto indietro rispetto agli altri Paesi europei); la proibizione legale della tortura qualifica un sistema politico come democratico.

La seconda proposta riguarda i diritti dei detenuti e il sovraffollamento delle carceri italiane. L’obiettivo è quello di dare una maggiore sicurezza all’interno dei penitenziari, abrogare il reato di clandestinità, ed inoltre si chiede di rivedere il sistema delle sanzioni diversificandolo. La terza ed ultima, ha come intento quello di modificare la legge sulle droghe, diversificando i consumatori di droghe leggere da quelli di sostanze pesanti, diminuendo le pene e restituendo centralità ai servizi pubblici per le tossicodipendenze.

Ingresso € 10. I biglietti sono in vendita presso la Camera Penale di Napoli, il Palazzo di Giustizia e il Teatro Augusteo.

 

 

Per maggiori informazioni:

www.ilcarcerepossibileonlus.it

info@ilcarcerepossibileonlus.it

tel. 338 46 62 009

Carmela Pugliese

 

Print Friendly

Manlio Boutique