Manlio Boutique

Dal 31 luglio al 4 agosto una kermesse dedicata al teatro immersi nel borgo cittadino pugliese. Il tema di quest’anno sarà la conoscenza, in tutte le sue sfaccettature.

festival_troia_teatro_presentato_il_programma (1)Avrà luogo a Troia (Fg), come di consueto, dal 31 luglio fino al 4 agosto, uno dei festival teatrali estivi più riusciti degli ultimi anni: il Festival Troia Teatro che proverà ad indagare, tramite cinque giornate di rappresentazioni variegate, tra teatro, danza e altre forme espressive, il tema della conoscenza, dopo essersi occupato nelle precedenti edizioni, prima dell’etica e poi dell’estetica.

La volontà degli organizzatori è mettere a disposizione di attori e artisti spazi nei quali possano avere la massima libertà di movimento possibile, in maniera tale che non esista una linea di demarcazione tra loro e spettatori, ma che siano un tutt’uno anche con il luogo stesso. Il pretesto del bando di concorso di quest’anno era proprio quello di accogliere senza filtri forme di espressione plurime, sulla base delle quali invitare lo spettatore a formulare un giudizio finale le cui basi non partano necessariamente da un dato oggettivo, la cui chiave di lettura, piuttosto,  sia fondata su un approccio emozionale, affinché ogni reazione abbia senso di esistere perché prodotto dal soggetto singolo.

Indagare sulla conoscenza sarà appunto il presupposto di partenza, la condizione essenziale di ogni rappresentazione. Provare ad analizzare, criticare, eventualmente scalfire, ogni cosa sulla quale siamo fermamente convinti di avere una conoscenza piena, semmai certa. Molte le compagnie scelte col bando di concorso dell’edizione 2013, per un calendario di spettacoli che si articoleranno in questo modo: per tutta la durata del Festival si terranno presso il Cineteatro Pidocchietto, sin dalla mattina, due laboratori video, a cura di Luca Acito e Alberto Casati, ovvero “Cagliari’s – il cinema remixato” (dalle 11 alle 13) e “Across the universe – Messaggi dal presente” (dalle 16 alle 19). Inoltre a piazza Episcopio, sempre dalle 16 alle 19, avrà luogo il laboratorio di teatro di strada “Inevidenza” diretto da Domenico Santo e Rosario Lerro. Ancora, dal 1 al 4 agosto, piazza Cattedrale ospiterà “Talking about” incontro artisti/spettatori a cura di Teatri 35 (ore 11:30) e i workshop Disegno in scena e Vetrina d’artista”.

Iscrizioni presso Ufficio Turistico: 0881 970 020 oppure inviando una mail a turismo.montidauni@gmail.com.

Qui il programma completo delle giornate festivaliere:

31 luglio – il Festival prenderà il via con due video-reportage presso il già citato Cineteatro Pidocchietto: alle ore 21 Monti Dauni: la Puglia inizia da qui, regia di Luciano Toriello, a seguire alle 22 la proiezione del reportage Cinema Ambulante a cura di Cinefabrica.

1 agosto – Al chiostro di San Benedetto in scena alle 20.00 il primo spettacolo finalista del concorso Festival Troia Teatro – Premio ECEplast, Blue Hour, L’Uscita è Dentro. Alle 22, invece, sarà la volta dello spettacolo vincitore del festival di Lucca Teatri del Sacro, La radio e il filo spinato, a cura di 369 gradi, e che andrà in scena dal Chiostro Palazzo Vescovile. Successivamente alle 23, sempre presso il  chiostro di San Benedetto, spazio al secondo spettacolo finalista, ovvero Sogno d’amore ubriaco di DAF Associazione culturale.

2 agosto – Sempre nell’ambito della finale del concorso andrà in scena alle 20 nel chiostro di San Benedetto la compagnia teatrale IL SERVO MUTO con lo spettacolo Lungo la distesa del lupo. Alle 22, in piazza santa Croce,  Le Giovani Parole – rito sonoro di e con Mariangela Gualtieri con la guida di Cesare Ronconi e cura del suono di Luca Fusconi. Ritornando al chiostro, alle 23, in scena l quarto spettacolo in gara: Le guardie del suo corpo, frutto della collaborazione tra Decimo Pianeta e il Nuovo Teatro Sanità, la nuova interessante realtà teatrale che dalla prossima stagione farà definitivamente parte del circuito napoletano. A chiudere la serata alle 23:45 a piazza Pirro, Buskers nights a cura di artisti “a cappello”.

3 agosto – In scena, sempre all’interno del  chiostro di San Benedetto, gli ultimi due spettacoli in gara per il Premio: Piedi Sporchi, a cura di Teatro di Cipis (ore 21) e Zigulì di TEATRODILINA (ora 23). Alle 22, a  piazza Santa Croce, spazio invece allo spettacolo vincitore del festival di Lucca Teatri del Sacro, ovvero T/Empio – Critica della ragion giusta.

4 agosto – Alle ore 20, prenderà il via la serata conclusiva del Premio con la proclamazione del vincitore tra gli spettacoli in gara e la consegna della targa Residenza Creativa “Città di Troia”.
A seguire, alle 21, presso il centro storico, performance di chiusura del laboratorio Inevidenza, mentre alle 21.30 a piazza Cattedrale si terranno le proiezioni video del laboratorio diretto da Acito. Ancora alle 22.30 a piazza Santa Croce, (GMGS) What the hell is happiness?, una creazione collettiva Codice Ivan. Per concludere alle 23.30, a piazza Cattedrale, L’invasione dei super normali e la resistenza degli uomini talpa, performance live cinema a cura di Action30.

Per conoscere gli spettacoli nel dettaglio e ricevere maggiori info, consultare il sito: http://www.troiateatro.it

Andrea Parrè e Ileana Bonadies

Print Friendly

Manlio Boutique