Manlio Boutique

Sul lago Trasimeno, in Umbria, il 7 e 8 settembre una due giorni di performance per avvicinare la scienza ai cittadini.

 

isola 3Cosa c’entra Einstein con lo spettacolo? Nulla è più spettacolare dei fenomeni scientifici che continuamente avvengono intorno a noi, di cui spesso siamo spettatori inconsapevoli. E se è vero che un evento teatrale è un processo in cui attori e spettatori sono allo stesso tempo partecipi, che ha lo scopo di comunicare, trasmettere emozioni e far riflettere, e allora appropriato certamente può risultare anche come mezzo di divulgazione per la scienza e la tecnologia.

Con questa finalità nasce L’isola di Einstein, “la prima rassegna internazionale di spettacoli scientifici in italia”. L’evento, ideato e organizzato da Psiquadro e promosso da Provincia di Perugia e Perugia Science Fest, con il patrocinio e contributo di EUSEA (European Science Events Association), è – si legge nelle note di presentazione – “un approfondimento culturale dedicato a scienza, tecnologia, natura e innovazione realizzato attraverso le tecniche più coinvolgenti della comunicazione scientifica e delle arti di strada, dimostrazioni e spettacoli scientifici presentati da esperti scienziati, comunicatori e artisti di strada, provenienti da diverse parti del mondo”.

isola 2La rassegna avrà luogo il 7 e 8 settembre sull’Isola Polvese del lago Trasimeno, di proprietà della Provincia di Perugia, che è destinata attualmente a Parco Scientifico nell’ambito del Parco del Lago Trasimeno. In due giorni l’isola si trasformerà in un teatro-laboratorio a cielo aperto, gli spettacoli, nati dalla collaborazione tra scienziati ed artisti, si avvicenderanno in diverse zone dell’isola, sui battelli di collegamento tra l’isola e la terra ferma e sui moli di partenza e di approdo, dove il pubblico potrà assistere a vari eventi teatrali mirati a spiegare quanta scienza c’è intorno a noi .

Il programma delle due giornate di eventi prevede oltre 20 spettacoli, dalla mattina fino alla sera, brevi dimostrazioni, curiosi esperimenti, storie e aneddoti sulla figura del grande scienziato adatti ad un pubblico di tutte le età. Gli argomenti sono molteplici, dalle nanotecnologie ai fluidi non newtoniani, dalla forza di gravità ai pianeti e le stelle, dalle piante  alle bolle di sapone.

Tanti gli ospiti attesi, artisti, gruppi e associazioni di scienziati e divulgatori nazionali ed internazionali – dalla Polonia, dalla Turchia, dalla Francia e dall’Inghilterra – che utilizzano strumenti innovativi per la comunicazione e la didattica della scienza come i clowns e gli spettacoli interattivi scientifici, e tutto ciò che trovano intorno per parlare di scienza in modo inconsueto e originale. Tra gli ospiti italiani, attesi scienziati-artisti come chimici, fisici, ingegneri, ricercatori, attori, ventriloqui, prestigiatori, burattinai che utilizzano le loro competenze e la loro arte per spiegare la scienza; e diverse associazioni come Circoinstabile che promuove le attività circensi come mezzo didattico e di crescita personale; Voci e Progetti, associazione di improvvisazione teatrale, e Le Nuvole, la compagnia di teatro stabile che dal 1996 a Napoli realizza spettacoli che combinano scienza e arte, che porta a Polvese lo spettacolo Nanometamorfosi con Enzo Musicò per la regia di Fabio Cocifoglia.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti e i dettagli del programma sono consultabili sul sito www.isoladieinstein.eu.

Irene Bonadies

 

Print Friendly

Manlio Boutique