Manlio Boutique

Presentato il cartellone 2013/14 realizzato in collaborazione col Teatro Pubblico Campano. Il 16 novembre il primo spettacolo.

 

Luca De Filippo

Luca De Filippo

Il Teatro comunale di Lacedonia (Avellino) dà il via alla 5^ stagione cercando di confermare la scia dei successi degli ultimi quattro anni. Nato da pochi anni, sul territorio Irpino, il comunale di Lacedonia si è imposto come la seconda realtà culturale del territorio, grazie all’impegno dei gestori che hanno portato nella struttura molteplici spettacoli di richiamo.

E infatti, Antonio Caradonna, assessore alla Cultura e direttore del teatro si era così espresso, in conferenza stampa, sull’efficienza gestionale del teatro: «Nelle pregresse stagioni teatrali. la presenza in cartellone di illustri personaggi ha di fatto consacrato il Teatro comunale di Lacedonia quale centro culturale di una vasta area geografica che abbraccia tre regioni. Il merito va senz’altro ascritto alla collaborazione del Teatro Pubblico Campano ed a quella di tanti volontari che, gratuitamente, hanno partecipato all’erogazione dei servizi logistici e di accoglienza. Ma un ringraziamento doveroso va soprattutto al nostro pubblico che, nella scorsa stagione, ha voluto onorarci con la sottoscrizione di ben 400 abbonamenti. Certi numeri in un comune di soli 3mila abitanti rappresentano senz’altro una sfida largamente vinta.»

Per tali ragioni, la direzione del teatro, che prevede cinquecentocinquanta posti (se si escludono gli eventuali palchetti ricavabili dai lavori previsti in galleria) ha dato tempo, fino al 15 ottobre, ai vecchi abbonati per esercitare il diritto di prelazione sui posto assegnati nella pregressa annualità.

La nuova stagione, che prevede 8 appuntamenti, inizierà il 16 novembre con La signora delle mele, rifacimento teatrale, della passata stagione, del famoso film Angeli con la pistola, che vedrà protagonista Marisa Laurito. Il 29 novembre sarà la volta del recital Nord e Sud con Gianfranco Iannuzzi, racconto di una Sicilia triste e al contempo spensierata. Il 20 dicembre, sarà invece ospite del teatro, Luca De Filippo con una delle più celebri commedie del padre Eduardo: Sogno di una notte di mezza sbornia. Il 18 gennaio, salirà sul palco Federico Salvatore, col suo spettacolo Se io fossi San Gennaro: presentato già l’anno scorso al teatro Totò di Napoli, prende spunto da una sua canzone di denuncia che, qualche anno fa, lo vide costretto all’allontanamento da tutti i canali mediatici. Seguirà, sabato 1 febbraio, Sal Da Vinci con Carosone, l’americano di Napoli, spettacolo musicale, sulla vita del maestro Renato Carosone, che debutterà quest’anno al teatro Diana di Napoli. La stagione terminerà poi, con tre appuntamenti più leggeri all’insegna della comicità: il 21 febbraio ci sarà Carlo Buccirosso con La vita è una cosa meravigliosa, il 14 marzo Biagio Izzo e Peppe Barra in Come un cenerentolo, ed infine, venerdì 28 marzo, Rocco Papaleo in Una piccola impresa meridionale, spettacolo che prende spunto (e titolo) dal suo secondo film, di prossima uscita nei cinema.

Una stagione, quella del comunale di Lacedonia, quindi, ricca di appuntamenti importanti che, si spera, riusciranno a confermare il buon lavoro svolto fino ad ora dal direttore Caradonna.

Per info e prenotazioni è possibile telefonare ai numeri: 334 663 28 36 – 333 744 80 95, oppure recarsi al botteghino del teatro dalle 16:00 alle 20:00, in via Bianchi.

Gennaro Monforte

Print Friendly

Manlio Boutique