Manlio Boutique

Da stasera e fino al 3 ottobre Laura Angiulli porta a Galleria Toledo una rivisitazione del celebre testo di Scarpetta.

 

24 settembre | 3 ottobre 2013

14 | 22 dicembre 2013

27 | 28 dicembre 2013

01 | 06 gennaio 2014

 

orario spettacoli
feriali ore 21/ domenica ore 18

Il Teatro coop. produzioni/ Galleria Toledo

 

Titolo Miseria e Nobiltà

Autore Eduardo Scarpetta

Regia e drammaturgia Laura Angiulli

Interpreti Laura Borrelli Agostino Chiummariello Alessandra D’Elia Michele Danubio Roberto Giordano Stefano Jotti Antonio Marfella Nunzia Schiano Tonino Taiuti

Impianto scenico Rosario Squillace

Luci Cesare Accetta

Assistente alla regia Flavia Francioso

Responsabile tecnico Luigi Agliarulo

 

526919_10151885240469828_1882324101_nTrama: La commedia ha come protagonista Felice Sciosciammocca, celebre maschera di Eduardo Scarpetta, e la trama gira attorno all’amore del giovane nobile Eugenio per Gemma, figlia di Gaetano, un cuoco arricchito. Il ragazzo è però ostacolato dal padre, il marchese Favetti, che è contro il matrimonio del figlio per via del fatto che Gemma è la figlia di un cuoco. Eugenio si rivolge quindi allo scrivano Felice per trovare una soluzione. Felice e Pasquale, un altro spiantato, assieme alle rispettive famiglie, si introdurranno a casa del cuoco fingendosi i parenti nobili di Eugenio. La situazione si ingarbuglia poiché anche il vero Marchese Favetti è innamorato della ragazza, al punto di frequentarne la casa sotto le mentite spoglie di Don Bebè. Il figlio, scopertolo e minacciatolo di rivelare la verità, lo costringerà a dare il suo consenso per le nozze.

 

La storia è nota, il remake di Totò è nella memoria di tutti. Ardita dunque l’operazione di Laura Angiulli di tessere la narrazione, così stratificata nell’immaginario comune, con elementi di originalità. Da una parte così abbiamo una semplice commediola d’intrecci amorosi e d’inganni, dall’altra una ricerca su alcuni temi peculiari di un mondo in crisi: la fame innanzitutto; l’astuzia condotta dalla miseria di chi deve tirare a campare; la mollezza dell’aristocrazia prossima alla dissoluzione e, in contrappunto, il nuovo ricco che goffamente tenta di rimediare l’ascesa di uno scalino, almeno, nel contesto sociale. Su tutto l’amore fa da legante ad una campionatura di giovani senza pregiudizi di classe, tutto sommato bene assortiti anche se diversi per ceto, perché tutto quanto li distanzia è solo nel denaro, anzi nella promessa del denaro, di quell’agio, di quella profusione di beni da sperperare che potrà forse venire da un’agognata “eredità”.

b  

Info:

Galleria Toledo, teatro stabile d’innovazione

via Concezione a Montecalvario 34 – 80134 Napoli

tel. 081.425037

galleria.toledo@iol.it

www.galleriatoledo.org

 

biglietti 
dal martedì al venerdì:
intero 15 euro
ridotto 12 euro (per convenzionati e over 65)
giovani under30 10 euro

sabato e domenica:
intero 20 euro
ridotto 15 euro

Per conoscere tutta la programmazione di Galleria Toledo, CLICCA QUI

Print Friendly

Manlio Boutique