Manlio Boutique

Dopo il successo dello scorso anno Manlio Santanelli, Livia Coletta e Ileana Bonadies presentano i 20 nuovi spettacoli che “invaderanno” le abitazioni di molte località campane, tra ritorni ed eventi speciali.

 

Un momento della conferenza stampa. Ph. Cristiano Chianese

Un momento della conferenza stampa.
Ph. Cristiano Chianese

Entrare a casa Santanelli e quasi non trovare spazi liberi per sedersi e seguire la conferenza di presentazione della nuova edizione, fa capire che “Il Teatro cerca Casa”, la rassegna teatrale itinerante che dall’anno scorso invade le abitazioni private, non è assolutamente passata inosservata. In pochi mesi l’idea di aprire al pubblico e agli addetti ai lavori salotti casalinghi per assistere e recitare, ha soddisfatto con entusiasmo una domanda che proveniva da ambo i lati e si sintetizza nel concetto di spazio, per l’incontro, l’espressione, il confronto conviviale successivo alle esibizioni.

Il Teatro cerca casa è una versione contemporanea – perché contemporaneo è il tempo – di un salotto culturale, aperto a chiunque voglia prenderne parte. Dopo un anno caratterizzato da un successo importante dell’iniziativa, l’organizzazione ha accolto le proposte per la nuova stagione selezionandole tra centinaia giunte a destinazione. Dodici sono le messe in scena individuate per la stagione 2013-2014, tre gli eventi speciali, cinque gli spettacoli della scorsa stagione che saranno riproposti. Nomi del teatro nostrano, tra artisti emergenti e già affermati, ma anche compagnie provenienti da altre città d’Italia, per un programma che ricalca criteri similari a quelli cercati nella scorsa edizione: una forte collaborazione tra i padroni di casa, i teatranti e gli spettatori, il lavoro sugli spazi, lo spettacolo che prende forma in base ad essi. La rassegna teatrale, ideata da Manlio Santanelli, e curata nell’aspetto organizzativo da Livia Coletta e Ileana Bonadies, è sostenuta da Caracò Editore e dall’Ordine degli psicologi della Campania. Le abitazioni ad oggi coinvolte  sono sparse tra il Vomero, Bagnoli, Pozzuoli, Portici, Afragola, Piedimonte Matese, Lusciano, Salerno, Furore e Avellino, estendendosi dunque alla quasi totalità del territorio campano.

P. Cresta e C. Lomanto premiati. Ph. Cristiano Chianese

P. Cresta e C. Lomanto premiati.
Ph. Cristiano Chianese

La presentazione del cartellone è stata anche l’occasione per ripercorrere i momenti salienti della passata stagione attraverso le immagini fotografiche di Cesare Abbate, e per consegnare cinque riconoscimenti a chi si è particolarmente distinto all’interno della rassegna durante l’anno artistico 2012-13 (Premio Miglior spettacolo ad Animali come noi, con Paolo Cresta e Carlo Lomanto; Premio Biglietto d’oro a Concerto blu con Lalla Esposito e Mariano Bellopede; Premio miglior critica web, in ex aequo, ad Alessandro Toppi e Antonella Rossetti; Premio Fedeltà a Mauro Battiniello).

Qui di seguito, l’elenco degli spettacoli che andranno in scena a partire dal 4 ottobre, all’interno di un calendario mensile che andrà a comporsi periodicamente e di cui si potrà essere aggiornati dal sito http://ilteatrocercacasa.it/site/:

A fronte alta, scritto e diretto da Antonello Cossia, con Antonello Cossia

Il vecchio e il mare, di Ernest Hemingway, con Paolo Cresta e Carlo Lomanto, voce e percussioni

Mari, scritto e diretto da Tino Caspanello, con Tino Caspanello e Cinzia Muscolino

Passacantando, scritto e diretto da Vincenzo Salemme, con Antonella Cioli

Virginia e sua zia,  di Manlio Santanelli, con Tina Femiano e Aurora Sanarico, violino. Regia di Mario Gelardi

Anime nude, di Angela Matassa e Gioconda Marinelli, con Laura Borrelli. Regia di Fortunato Calvino

Io la canto così, con Antonella Morea e Franco Ponzo, chitarra. Regia di Fabio Cocifoglia

Microstorie di QFC (Quella Famosa Compagnia) con Tiziano Storti, Maria Adele Attanasio, Deborah Fedrigucci, Giorgio Rosa

Pierre e Jean, di Massimiliano Palmese dal romanzo di Guy de Maupassant, con Raffaele Ausiello e Carlo Caracciolo. Regia Rosario Sparno.

La stanza di Gemito, scritto e diretto da Fabio Cocifoglia, con Fabio Cocifoglia

Nino, con Lalla Esposito e Mimmo Napolitano, pianoforte

Un’ onesta lavoratrice, dell’esordiente autrice Antonella Platì, con Federica Aiello. Regia di Nello Mascia.

 

Gli Eventi:

T’angheria, con Francesca Rondinella, Giosi Cincotti, piano e fisarmonica

E te dico core core…, con Fausta Vetere, voce e chitarra e Corrado Sfogli, chitarra

Le tende di Isadora, a cura di Movimento Danza – Gabriella Stazio

 

I “Ritorni”:

Disturbi di memoria, di Manlio Santanelli, con Mario Porfito, Lello Serao. Regia di Renato Carpentieri

ViaggioinDuo, con Mariano Bellopede, pianoforte e Carmine Marigliano, flauto

Naufragi, di e con Enzo Salomone e Rosanna Valenti

Nei Bagni della vecchia stazione, con Imma Villa e Antonio Agerola. regia di Carlo Cerciello.

L’orso e La corista, di A. Checov, con Elisabetta de Luca, Gennaro Maresca e Roberto de Pasquale. Regia di Riccardo de Luca.

Da quest’anno la possibilità di effettuare un abbonamento e, con l’estate, il trasferimento sui terrazzi e nei giardini che già nei mesi appena trascorsi di luglio e agosto sono stati protagonisti di suggestivi appuntamenti che ci si augura possano aumentare ancora.

Per ricevere maggiori informazioni su come entrare a far parte della rete degli appartamenti, scrivere a: info@ilteatrocercacasa.it.

Per poter invece assistere agli spettacoli, prenotarsi usando il modulo on line: http://ilteatrocercacasa.it/site/prenotazioni/

Andrea Parrè

Print Friendly

Manlio Boutique