Manlio Boutique

Approdano al Lendi, venerdì 20 e sabato 21, i Ditelo Voi con uno spettacolo ironico sulle meccaniche della camorra.

i0hhqqcditqmmhchognofq1b20130628105523La camorra raccontata da un ironico punto di vista. Si può con i Ditelo Voi in scena, alle 21, al Teatro Lendi (Strada Provinciale Grumo Nevano Sant’Arpino), venerdì 20 e sabato 21.

Gomorra allora diventa Gomorroide e se il libro di Roberto Saviano svela i retroscena più scabrosi dell’impero criminale, i Ditelo Voi ci mostrano il vero tabù della malavita organizzata: il suo irresistibile lato comico.

Il trio comico, conosciuto per le trasmissioni di Colorado e Made in Sud, propone uno spettacolo ricco di colpi di scena, prodotto dalla Tunnel Produzioni, e scritto da Raffaele Ferrante, Mimmo Manfredi e Francesco De Fraia per la regia Gianluca Ansanelli.

La cultura camorristica, così ricca di aspetti oggettivamente grotteschi, viene qui reinterpretata dai tre artisti che saranno affiancati da una cantante e dall’immancabile Saviano, con una galleria di  situazioni e personaggi esilaranti.

Ci sono i due ragazzini fulminati che presentandosi in slip e mitraglietta in mano, cercano di terrorizzare il pubblico del teatro, c’è la “famiglia radioattiva”, che abita direttamente in una discarica abusiva, c’è il killer della camorra che si aggira tra lampade abbronzanti in cerca della sua vittima (peccato che ammazzi sempre la persona sbagliata), c’è il figlio del Boss Sandokan che viene rinchiuso in cella, e c’è “camorra’s got talent” il nuovo, avvincente talent show, che la camorra ha organizzato per reclutare le nuove leve della criminalità.

Una radiografia della criminalità organizzata, per ridere ma anche riflettere.

La stagione del teatro Lendi continua con Biagio Izzo in “Esse o esse” (7 gennaio), Monica Sarnelli in “Notte lenta” (24 gennaio), Carlo Buccirosso in “La vita è una cosa meravigliosa” (6 febbraio), Gigi Finizio in “Buona luna” (14 e 15 febbraio), Peppe Iodice in “Peppy Hour” (14 marzo) e Vincenzo Salemme in “Il diavolo custode” (31 marzo).

Per saperne di più clicca qui.

 

Print Friendly

Manlio Boutique