Manlio Boutique

Studiare teatro nelle suggestive atmosfere del’isola di Stromboli: la residenza teatrale in programma tra giugno e luglio indagherà sulla “relazione vitale” che tiene viva l’arte della scena.

Foto Pino Miraglia

Foto Pino Miraglia

Si svolgerà dal 25 giugno al 6 luglio, nell’isola di Stromboli, la prima edizione della residenza teatrale a cura di Antonello Cossia, Raffaele Di Florio, Riccardo Veno. Denominata Prospero’s island l’iniziativa intende porsi non come una scuola, bensì un’esperienza che attraverso il movimento, il potenziale espressivo di ciascuno, la parola, il gioco teatrale esplora il proprio se in rapporto con gli altri alla ricerca di quel “confine tra ciò che è teatro e ciò che teatro non è ma lo alimenta”.

Immaginato – spiegano i tre curatori – come un “luogo in cui si resta aperti ad altre possibilità di scoperta, praticando più strade, facendo confluire ciò che è tecnico in ciò che è vitale, per una pratica scenica legata ai propri bisogni primari”, il laboratorio è rivolto a 20 operatori dell’immateriale (attori, danzatori, musicisti e performer), avrà una durata di dodici giorni, con sessioni sia mattutine che pomeridiane, e  si articolerà intorno a La tempesta di William Shakespeare.

Per iscriversi e ricevere maggiori dettagli è possibili consultare il sito http://progettoprospero.wix.com/progetto-prospero?from_fb=1, oppure contattare l’associazione culturale “Altrosguardo”, vico II della Quercia, 4, Napoli, email: progetto.prospero@gmail.com.

Ileana Bonadies

Print Friendly

Manlio Boutique