Manlio Boutique

Partirà sabato 11 ottobre la programmazione dello spazio diretto da Sasà Palumbo. Volti noti anche in TV, commedie e concerti sarà ciò su cui si punterà per coinvolgere il quartiere e i giovani.

unnamedUn cartellone che vede protagonisti i giovani e un abbonamento su misura sono le novità del Teatro Bolivar di Napoli per la stagione 2014-2015. Nello storico spazio di Materdei vanno in scena cantanti provenienti dai talent show The Voice e X Factor e attori che hanno accolto l’invito del direttore artistico Sasà Palumbo, di trasformare il Bolivar in punto di aggregazione per gli abitanti del quartiere. «Vogliamo sostenere i giovani – ha dichiarato Palumbo – infatti il nostro cartellone è dedicato a loro per l’ottanta per cento, e soprattutto proporre un teatro di qualità a prezzi accessibili con un abbonamento che parte dai 40 euro con quattro spettacoli a scelta.»

La stagione prende il via l’11 ottobre con uno spettacolo fuori abbonamento: Mi manda (ancora) Picone con Carmen Femiano accompagnata da Edo Puccini. Un concerto di parole e musica dedicato al lavoro di Elvio Porta, che ha preceduto la sceneggiatura del celebre film diretto da Nanni Loi nel 1983. Il 25 e il 26 ottobre va in scena l’adattamento scritto e diretto da Rosario Giglio Miles Gloriosus …l’espugnator di torri e di città, in cui i personaggi plautini vestiti con abiti del ‘600, si muovono in una piazza di Napoli sulle note della Traviata e parlano in dialetto. L’1 e il 2 novembre la Compagnia dei Dieci vincitrice della VI edizione del Premio Sipario, presenta il dramma di Salvatore Di Giacomo Assunta Spina, con Camilla Aiello e Fabio Izzo, adattamento e regia di Enzo Arciè. Il 22 e il 23 novembre è la volta de Il Re Scugnizzo (il gobbo di NotreNaple), commedia musicale in due atti scritta e diretta da Mauro Palumbo, ispirata al romanzo di Victor Hugo e ambientata nella Napoli del ‘700. Il 29 e 30 novembre tocca a I posteggiatori tristi con E nulla cambierà, che dai tavoli dei ristoranti portano a teatro una “posteggia” politicamente scorretta. Il 20 e il 21 dicembre sale sul palco Ivan Granatino, rapper napoletano che ha partecipato al talent show The voice nel team capitanato da J-Ax. Il suo live Chillo e’ ‘nu buono guaglione è ispirato agli anni ’70 e a Pino Daniele. Dal rap alla musica swing, il 22 dicembre il teatro Bolivar ospita il concerto di Sergio Carlino dedicato alla musica Usa degli anni ’30 e ’40 An american tribute. Il crooner partenopeo è accompagnato da Fabrizio Soprano (piano), Claudio Borrelli (drums), Domenico Santaniello (bass), Lucia Dinacci (voce). Dal 25 al 28 dicembre va in scena 1+1 = Non cambiate canale con Ettore Squillace e Gaetano Gaudiero, spettacolo che ruota intorno mondo della radio e della televisione, dagli annunci della liberazione, alle radiocronache sportive, a Fiorello. Il 2015 si apre con un recital dedicato a Raffaele Viviani: protagonista Massimo Masiello in Dint’ ’e senghe. il 10 e l’11 gennaio. Il 7 e l’8 marzo Peppe Celentano e Gabriella Cerino mettono in scena la commedia di Eduardo Non ti pago. La stagione in abbonamento della Stabile del Bolivar si chiude il 28 marzo con Rosario Giglio, interprete e autore del riadattamento de L’Avaro di Molière intitolato Il padrone. Protagonista un Arpagone tutto napoletano.

Fuori abbonamento sabato 18 ottobre va in scena Impotente e Prepotente scritto e diretto da Antonio Diana, con Marianna Mercurio, Nino Bruno, Feliciana Tufano, Antonio Botta, Lino Trematerra. L’11 dicembre tocca ai I tre soprani, spettacolo che vede protagoniste tre cantanti liriche: Anna Caso, Angela Gragnaniello, e Jiwoo Jang, dirette da Sasà Trapanese. Giovedì 18 dicembre si tiene il concerto del cantante dei 99 posse Valerio Jovine, compagno di squadra di Suor Cristina a The Voice.  Il 30 aprile si esibiscono gli Up3Side, i ragazzi di Casalnuovo visti a X Factor, che mixano tre generi diversi: rock classico, r&b, pop.

Il Bolivar teatro di quartiere si apre alla città, con una stagione programmata con impegno ed entusiasmo. «Si tratta di un gesto d’amore per Napoli – hanno commentato gli organizzatori durante la conferenza stampa di presentazione – diamo vita a un luogo in costante rapporto col territorio, in cui coinvolgere giovani, e amanti del teatro.»

Federica Riccio

Teatro Bolivar
via Bartolomeo Caracciolo 30 – Napoli
Contatti: 081 544 26 16 – 338 330 16 12 – dire.teatrobolivar@libero.it – www.teatrobolivar.it

Print Friendly

Manlio Boutique