Manlio Boutique

San Francesco visto dagli occhi di un bambino, la paura di invecchiare, il dramma del rapimento e il confronto tra il bene e il male tra i temi portati in scena in Umbria questa settimana.

1443171437_12027103_10153179114065735_6243096716220113717_oCantico
Quando: dal 19 al 24 aprile
Dove: Ridotto del Teatro Morlacchi di Perugia
Orario: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 18, domenica ore 17
Autore: tratto dal libro “Tutta la luce del mondo. Il romanzo di San Francesco” e dalle Fonti Francescane
Regia: Giulia Zeetti
Interpreti: Giulia Zeetti, Francesca Breschi, Peppe Frana
Trama: “A partire dal romanzo di Aldo Nove “, di cui abbiamo mantenuto la trama e conservato alcuni passi, si aggiungono dei frammenti dalle Fonti Francescane, in cui possiamo percepire la sua forte personalità,  e la sua visione di amore onnicomprensivo di tutte le cose.  Questa storia la racconteremo con la musica attraverso brani tratti dalla tradizione gregoriana e dai Laudari, in originale e rivisitati. Musica come universo mistico di suoni e canto come racconto, come voce che narra e che tocca il cuore e le orecchie di un bambino. Il bambino Piccardo, nipote di Francesco che si mette alla ricerca di questo suo strano zio, santo e matto. Il bambino dentro ognuno di noi che ascolta ancora le fiabe intorno al fuoco e crede ai miracoli”. (Giulia Zeetti)
Produzione: Teatro Stabile dell’Umbria in collaborazione con Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, con il patrocinio della Basilica Papale e Sacro Convento di S. Francesco in Assisi
Info e prenotazioni: Botteghino Telefonico Regionale 075.57542222 – www.teatrostabile.umbria.it

 

42d85e1c-6142-43d7-a74b-35e3a1f38ffbPerformance
Quando: 21 aprile
Dove: Teatro Lyrick di Assisi
Orario: ore 21.15
Regia: Giampiero Solari
Interpreti: Virginia Raffaele
Trama: Performance è uno spettacolo teatrale nel quale, per la prima volta, Virginia Raffaele porta nei teatri le sue maschere più popolari: Ornella Vanoni, Belen Rodriquez, il ministro Boschi, la criminologa Buzzone e tante altre ancora. Donne molto diverse tra di loro, che tra arte, spettacolo, potere e politica sintetizzano alcune delle ossessioni ricorrenti della società contemporanea. Il tutto raccontato attraverso la lente deformante e irriverente dell’ironia e della satira, tipici elementi che compongono lo stile di Virgina Raffaele. La musica in scena fa da punteggiatura allo spettacolo , accompagnando i personaggi nelle loro performance, conferendo allo spettacolo un ritmo vorticoso e di forsennato divertimento.
Info e prenotazioni: 075.8044359 – www.teatrolyrick.com

 

6cfe006d-0cdb-4018-9d88-c0877d437b0fSolo di sabato
Quando: 21 aprile
Dove: Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino
Orario: ore 21
Autore: Francesca Angeli
Regia: Roberto Biselli
Interpreti: Claudia Campagnola, Maurizio Modesti
Trama: Una deliziosa commedia agrodolce dove ci sono Ernesto ed Eloisa, colti intellettuali di sinistra, in crisi per il riflusso politico e per l’età, Nicol e Carlo, rampolli di una fatua nobiltà, anche loro in crisi d’identità nell’era della ricchezza globalizzata e naturalmente i padroni di casa, Dori e Marcello, cafoni arricchiti, che hanno dedicato la loro vita all’accumulo di denaro. Mentre di là si consuma la festa, la serata si trasforma di volta in volta in un esilarante precipitare degli eventi, dove crisi esistenziali, equivoci e tradimenti portano al limite della rottura quella bella vita di comodo in cui tutti si erano rifugiati, compresi gli stessi attori.
Produzione: Teatro di Sacco
Info e prenotazioni: Botteghino Telefonico Regionale 075.57542222 – www.teatrostabile.umbria.it

 

19432261-e3e0-48b0-8593-34c0704a8fb8Che fine ha fatto Cenerentola
Quando: 23 aprile
Dove: Teatro Caporali di Panicale
Orario: ore 21
Autore: Giacomo Fanfani
Regia: Ciro Masella
Interpreti: Caterina Fiocchetti, Ciro Masella, Rafael Porras Montero, con la voce di Gennaro Cannavacciuolo
Trama: Che fine ha fatto Cenerentola dopo il matrimonio con il Principe Azzurro? E cosa è successo ad Anastasia e Genoveffa? Come sono invecchiati i protagonisti di una delle più celebri favole di Perrault? Ispirandosi al fascino del bellissimo film con Bette Davis e Joan Crawford, il testo originale di Giacomo Fanfani si interroga – e ci interroga – sul mistero della bellezza e sui suoi malefici. Quanto pesa avere a che fare con la bellezza? Il bene e il male sono davvero così nettamente distinti? Gli occhi del principe erano davvero tanto azzurri? E, alla fine della fiera, ”i sogni son desideri…”? È opinione unanime che Cenerentola sia la più famosa delle fiabe, e probabilmente anche quella che raccoglie i maggiori consensi. È una novella antichissima; quando comparve per la prima volta in forma scritta in Cina, durante il nono secolo a. C., aveva già una storia.
Produzione: Con-fusione/Uthopia/tra Cielo e Terra
Info e prenotazioni: Botteghino Telefonico Regionale 075.57542222 – www.teatrostabile.umbria.it

 

384490d6-98ae-4402-beec-7aa05acf5750Vecchia sarai tu
Quando: 24 aprile
Dove: Teatro dell’Accademia di Tuoro sul Trasimeno
Orario: ore 21
Autore: Antonella Questa e Francesco Brandi
Regia: Francesco Brandi
Interpreti: Antonella Questa
Trama: Una vecchia di ottant’anni si ritrova in ospizio contro la propria volontà. Una caduta, qualche giorno in ospedale, il figlio lontano, una nuora avida, la nipote che non ha mai tempo, quindi la soluzione migliore per tutti è la casa di riposo. Per tutti tranne che per lei. Come tornare allora a casa, davanti al suo mare, per ritrovare le amiche di sempre con cui fare per quattro chiacchiere il pomeriggio, per rivedere Carmè l’amico d’infanzia e finire la vita dove l’ha sempre vissuta? Scappare è l’unica soluzione, costi quel che costi. Un viaggio alla scoperta di come oggi tre donne vivono la loro età e l’avanzare inesorabile del tempo: chi si rifiuta di invecchiare per sentirsi ancora “giovane”, chi da vecchia subisce la tirannia del “invecchiare bene” e chi giovane lo è davvero, ma si sente già vecchia! Le donne, la loro età e l’invecchiamento al quale non hanno ancora diritto. Uno spettacolo comico per esorcizzare la paura di invecchiare e ricordarsi che “vecchia” …. lo sarai anche tu!
Produzione: LaQ-Prod
Info e prenotazioni: Botteghino Telefonico Regionale 075.57542222 – www.teatrostabile.umbria.it

 

4638d84e-3078-4424-9b1e-aa9ea3ab3af0Briciole
Quando: 24 aprile
Dove: Sala Cutu di Perugia
Orario: ore 17.30
Regia: Alessandro Sesti
Interpreti: Erica Morici, Andrea Giansiracusa
Trama: “Briciole” si ispira alla vicenda del “mostro di Cleveland”, Ariel Castro, che rapì e segregò in casa per undici anni tre donne: Amanda Berry, Michelle Knight e Gena DeJesus. Tutte minorenni o poco più che diciottenni. Confinate in un sottoscala, potevano muoversi in una casa con porta chiusa a chiave ed isolate dal mondo esterno. Schiave del sesso per Castro (sesso di cui l’uomo era “dipendente”), durante gli anni tutte rimasero più volte incinte. Ed ogni volta, per provocare il loro aborto, venivano lasciate senza cibo o prese a pugni e calci. Tutti i feti sono stati uccisi. Tutti, tranne uno: Jocelyn, figlia di Amanda Berry. Una bambina nata e cresciuta in quella “casa degli orrori”, divenuta per lei la normalità,  sua dimensione casalinga. Tutto questo fino al giorno in cui Ariel Castro commise l’errore di non chiudere a chiave le sue prigioniere. Amanda Berry prese con sé la figlia e corse a casa dei vicini dove riuscì a chiamare i soccorsi. Lo spettacolo prende in esame i tre punti di vista dei personaggi principali, mostrando le loro interpretazioni dei personali ricordi e di come ognuno vivesse una realtà differente, seppur nello stesso contesto.
Produzione: TILT/Compagnia Sesti Morici Gian Siracusa
Info e prenotazioni: 320.6236109 – info@teatrodisacco.it

Francesca Cecchini

Print Friendly

Manlio Boutique