Manlio Boutique

Ricerca, sperimentazione e innovazione le parole d’ordine della rassegna teatrale tuderte che quest’anno cambia “regia” e vede l’entrata in scena di Eugenio Guarducci.

13738246_1746233085631388_8876538162380122226_oXXX edizione per il Todi Festival (27 agosto – 4 settembre), la consueta rassegna teatrale estiva ideata da Silvano Spada che, quest’anno, lascia in eredità l’importante direzione artistica ad Eugenio Guarducci. Un grande banco di prova per l’imprenditore umbro che, patron di importanti manifestazioni, tra cui Eurochocolate, si dimostra già a suo agio nella nuova impresa e si avvale di un team di organizzazione ben assortito di esperti in comunicazione, relazioni pubbliche, l’Agenzia Sedicieventi, e la direzione generale di Diana Del Vecchio. “Sono perfettamente a mio agio – afferma Guarducci – alla regia di un Festival che fin dagli inizi si è caratterizzato per il suo essere fuori dagli schemi. Una realtà vivace e dinamica che guarda avanti, partendo dalle tre parole chiave che hanno caratterizzato questi 30 anni di storia: ricerca, sperimentazione e innovazione. Pur mantenendo la tradizione dei debutti, con ben dodici prime, quello che abbiamo aggiunto è un’importante spinta alla contaminazione, sia attingendo ai talenti locali sia legandoci a importanti partner ed esperienze, nazionali e internazionali”. Molto soddisfatto anche il Sindaco Carlo Rossini sempre più convinto che ormai il Todi Festival si sia guadagnato uno “spazio di riferimento nel panorama culturale regionale e nazionale”. Per il Primo Cittadino “la direzione artistica di Eugenio Guarducci apre una nuova stagione del Festival con preziosi elementi di contaminazione sia tra generi che tra luoghi. Tanti soggetti coinvolti, la città che si muove intorno al Festival. Questo non può farci che bene”. Un programma vasto che spazierà tra teatro, danza, musica, arti visive e letteratura dislocato in più siti. Al Teatro Comunale e al rinnovato Teatro Nido dell’Aquila, infatti, si affiancheranno il Chiostro del Liceo Jacopone da Todi, la Sala del Consiglio, la Sala Giunta, la Saletta Affrescata di Via del Monte, l’Istituto Agrario Ciuffelli, l’Arena Francisci e Piazza del Popolo. Spazio anche alla valorizzazione di luoghi più periferici con la scelta di collocare alcuni appuntamenti di teatro e cinema a Castello di Petroro, Piazza di Izzalini ed ex Granaio di Montenero. Novità di questa edizione sarà TeatroXCasa, un format che vedrà salotti privati, giardini, garage o taverne trasformarsi in originali palcoscenici per eventi. Per quanto riguarda l’arte, ai Maestri Rossella Fumasoni e Piero Pizzi Cannella, autori del manifesto ufficiale del TD2016, saranno dedicate due personali d’eccezione lungo le sale dei Palazzi Comunali dedicate. Per tutta la durata del Festival sarà inoltre possibile visitare l’installazione 30 Giorni di Bosco a Todi a cura di Ilana Efrati, stilista originaria di Tel Aviv che vive tra il comune umbro e Israele. Un progetto che rinascere il mondo antico di Casarciccia, sua attuale dimora, in cui natura e storia diventano poesia in trenta quadri tessili per celebrare i trent’anni del Todi Festival.

unnamedIl programma del Teatro Comunale, con spettacoli a pagamento che inizieranno alle ore 21, si aprirà con il debutto nazionale di Le Lien della giovane autrice parigina Amanda Sthers. Nella pièce, una storia di “danno e d’amore” interpretata da Lucia Bendia e Francesco Bonomo e diretta da Gisella Gobbi, Marie e Paul si scoprono fratelli alla morte del loro padre e iniziano una guerra psicologica per designare il figlio più amato. Domenica 28 agosto sarà la volta di Come Erika e Omar. É tutto uno show, rivisitazione in esclusiva per Todi Festival del “diversamente musical”, prodotto e diretto da Enzo Iacchetti che sarà protagonista, per l’occasione, di un reading alternato da alcune scene del provocatorio spettacolo musicale, con la partecipazione di dodici giovani performers. Lunedì 29 agosto il teatro ospiterà Caterina Casini in Intorno a Peggy Guggenheim per la regia di Giles Stjohn Devere Smith. Un atteso debutto dedicato alla donna simbolo dell’Arte del dopoguerra. Il giorno seguente il teatro accoglierà la prima nazionale dell’intrigante Verdi’s Mood e le Donne, una rilettura insolita di Giuseppe Verdi, tra jazz e prosa, nata dal progetto musicale della cantante Cinzia Tedesco cui voce sarà accompagnata sul palco dalla narrazione di Maddalena Crippa. Grande attesa per Tra Amici a Todi (mercoledì 31 agosto) durante cui il musicista umbro Gabriele Mirabassi dialogherà con Erri De Luca e Roberto Taufic. Ancora musica il 2 settembre con il concerto di Sergio Cammariere accompagnato dal suo quartetto e da un’ospite d’eccezione: Fabrizio Bosso. A concludere la rassegna saranno il travolgente ritmo dei Cambuyon, per la prima volta in Italia (sabato 3 settembre) e Swan Lake – reload (domenica 4 settembre alle ore 20), debutto 2016 di Oplas – Centro Regionale della Danza all’opera con un riadattamento contemporaneo del gran classico Lago dei Cigni.

13669612_1740606226194074_5194411670750760964_nTutti ad ingresso libero gli spettacoli in scena al Teatro Nido dell’Aquila (ore 19) che aprirà il cartellone, domenica 28, con Poesia al Piatto, una prima esecuzione assoluta di parole e musica che vede il Maestro Marco Scolastra al pianoforte, insieme alla celebre voce di Elio Pandolci, per una narrazione gastronomica che va da Les petits pois di Rossini alla cucina futuristica di Marinetti, dalla frittata di D’Annunzio all’Ode al pomodoro di Neruda. Il 29 agosto andrà in scena Calaveras Kabarett tratto dal testo Crìmenes Ejemplares di Max Aub, uno spettacolo, con la regia di Danilo Nigrelli e le musiche del gruppo Decostruttori Postmodernisti, che vede protagonista la giovane compagnia umbra Malabranca, impegnata nel portare ironicamente alla luce le antipatie, le insofferenze e gli insopportabili incontri della vita quotidiana trasformati in delitti senza castigo. Sarà poi la volta di Hilda di Marie Ndiaje (martedì 30 agosto) con Federica Tatulli alla regia dell’opera che, attraverso le vicende della cameriera Hilda, indaga il difficile e perverso rapporto tra padrone e servo. Rossini allo specchio, mercoledì 31 agosto, racconterà la vita del compositore Gioacchino Rossini attraverso la sua musica, l’esilarante successo con le donne, con i potenti, con il popolo, la sua passione per la cucina senza dimenticare gli anni della grande depressione che lo portò a voltar pagina. A tenere le fila e il ritmo del racconto, la biografia curata da Gaia Servadio, voce narrante, e le musiche eseguite dal Maestro Stefano Giardino. Si prosegue venerdì 2 settembre con Il Barbiere dell’Isola, brillante commedia scritta da Marina Pizzi, che, forte della regia di Silvio Giordani, vede a Todi la sua prima messinscena completa. Ambientata all’Isola di Ponza, la pièce narra dello strano rapporto tra un hairdresser divenuto famoso a Milano e la sua assistente sarda che, in realtà, ha ben altri sogni nel cassetto. Novità e colori del circo contemporaneo per la serata di sabato 3 settembre con Kabaret Vertigo alle ore 19 e la Journée du Nouveau Cirque alle 21.  A concludere il palinsesto, domenica 4 settembre, sarà Anna Cappelli, diretto da Annamaria Troisi, progetto autoprodotto che vede protagonista Anna, un personaggio estremamente attuale, portato in scena a trent’anni dalla morte del drammaturgo Annibale Ruccello. Sempre al Nido dell’Aquila, per la prima volta al Todi Festival, spazio al teatro ragazzi con Fontemaggiore che propone due matinée (ore 11): I Tre Porcellini, domenica 28 agosto, e Storia tutta d’un fiato domenica 4 settembre.

Quattro gli appuntamenti ad ingresso libero per Around Todi: Metamorfosi di Ovidio (mercoledì 31 agosto alle 19 al Castello di Petroro) di Federica Tatulli;  Indovina chi (non) viene a cena? (giovedì 1 Settembre alle 19 presso all’Arena Francisci) che vedrà sul palcoscenico le ospiti di Palazzo Francisci, struttura pubblica dedicata al trattamento intensivo dei Disturbi del Comportamento Alimentare; I Combustibili (giovedì 1 settembre alle 21 all’ex Granaio di Montenero) nuova produzione Teatro di Sacco con la regia di Samuele Chiovoloni; Proiezione sotto le stelle di Izzalini (giovedì 1 settembre alle 21 presso la piazza del Castello Izzalini) evento celebrativo dei trenta anni del Festival a cura del Comitato Izzalini.

unnamed (1)Una serie di eventi collaterali andranno ad accompagnare la rassegna teatrale. Due i workshop nella città tuderte curati da Fabrizio Arcudi, con una dedicata ai giovani attori (1-4 settembre), e dalla Compagnia Oplas/CRDU con uno stage intensivo di danza contemporanea (1-3 settembre). Quest’ultimo si concluderà con una performance aperta al pubblico sabato 3 settembre alle ore 18. Domenica 28 agosto l’appuntamento è con la Lectio Magistralis del critico e storico dell’arte Flavio Caroli e con l’assegnazione del Premio Speciale One Talent Tv, il nuovo canale nazionale (66 del digitale terrestre) dedicato alla promozione gratuita di talenti creativi pronti a mostrarsi ai telespettatori di tutta Italia e, via web, di tutto il mondo. Giovedì 1 settembre la compagnia DéjàDonné proporrà una serie di street performance mentre venerdì 2 settembre  il Chiostro del Liceo Jacopone da Todi sarà scenario di un talk sulla musica elettronica e le sue commistioni con altri generi “colti” a cura di Sottocosmo.  Per mantenere un rapporto coeso con la spiritualità, venerdì 2 settembre, prenderà il via un concerto per organo e voce Il sacro ed il profano interpretato dall’organista Anton Giulio Perugini e dalla soprano Bibiana Carusi. Sempre nella stessa giornata, alle ore 18.30, avrà luogo un “incontro al vertice” tra il Sindaco Rossini, Silvano Spada ed Eugenio Guarducci che, coordinati dalla giornalista Valentina Parasecolo, si cimenteranno in un incontro informale volto a ripercorrere la storia dei trenta anni del Todi Festival. In occasione di Journée du Nouveau Cirque, sabato 3 settembre avrà luogo una riunione esecutiva del board FEDEC (Fédération Européenne des Écoles de Cirque Professionnelles) e il convegno Il Circo Contemporaneo attraverso l’esperienza della FEDEC tra Tradizione e Innovazione.  Spazio ai noti Simpson o meglio alle loro Voci nell’Ombra, sabato 3 settembre, grazie alla partnership tra Todi Festival e Il Festival Nazionale del Doppiaggio. Durante l’appuntamento non solo la presentazione dell’edizione 2016 di Voci nell’Ombra-Festival Nazionale del Doppiaggio, ma anche l’assegnazione del Premio Speciale al Doppiaggio per i Simpson in occasione dei 30 anni della popolarissima serie televisiva. Madrina d’eccezione sarà Veronica Pivetti. Non mancheranno al Todi Festival le presentazioni letterarie di attualità, tra cui La femmina nuda di e con Elena Stancanelli, finalista dell’ambito Premio Strega, e Alceste: una storia d’amore ferrarese che raccoglie cento lettere scritte dal grande metafisico Giorgio de Chirico all’amata Antonia Bolognese a cura di Eugenio Bolognesi. , ed incontri con l’autore organizzati in collaborazione con la nuova libreria UBIK di Todi. Sabato 3 settembre ad arricchire il cartellone degli eventi collaterali arriva uno show itinerante promosso dal Ferrara Buskers Festival. L’ultimo fine settimana sarà inoltre dedicato a due eccellenze musicali tuderti: la Scuola Comunale di Musica di Todi e l’Orchestra Giovanile Jacopone da Todi che si esibiranno in concerto, rispettivamente il sabato 3 e domenica 4 settembre. A chiudere il Todi Festival, domenica 4 settembre al Teatro Comunale (ore 21.30), sarà il Concerto Piano Solo di Ezio Bosso.

Francesca Cecchini

Todi Festival
contatti: www.todifestival.it
per l’acquisto dei biglietti di ingresso al Teatro Comunale e al Concerto di Ezio Bosso: www.ticketitalia.com

Print Friendly

Manlio Boutique