Manlio Boutique

La 61esima edizione del più ambito premio cinematografico nazionale vede il trionfo de La pazza gioia di Paolo Virzì, e il successo di Veloce come il vento di Matteo Rovere, ma il numero più alto di premi spetta a Indivisibili di Edoardo De Angelis.

david-donatello-virzi-

“La pazza gioia” Credits: Sky

Erano i favoriti, e non hanno deluso le attese: parliamo di La pazza gioia e Indivisibili (che avevano ricevuto 17 candidature l’uno) e di Veloce come il vento (forte di 16 candidature).
Presso gli Studi De Paolis di Roma, la serata presentata da Alessandro Cattelan, vede tra contributi e omaggi, una serie d’illustri personaggi tra cui Claudio Amendola, Manuel Agnelli, Valerio Aprea, Luca Argentero, Alessandro Bertolazzi, Valeria Bilello, Ninni Bruschetta, Maccio Capatonda, Marco D’Amore, Stella Egitto, Stefano Fresi, Eleonora  Giovanardi, Alessandro Infascelli, David Lang, Lorenzo Lavia, Valentina Lodovini, Gabriele Mainetti, Gabriele Muccino, Gabriella Pescucci, Eva Riccobono, Claudio Santamaria, Kasia Smutniak, Giuseppe Tornatore, Jasmine Trinca, Carlo Verdone, oltre a Roberto Benigni a cui è stato consegnato il premio alla carriera.

Enzo Avitabile con Angela e Marianna Fontana

Enzo Avitabile con Angela e Marianna Fontana

Trionfa La pazza gioia di Paolo Virzì aggiudicandosi 5 premi tra cui gli ambitissimi miglior film, miglior regia, e miglior attrice protagonista a Valeria Bruni Tedeschi; 5 anche i premi conferiti a Veloce come il vento di Matteo Rovere, tra cui i più “tecnici” (miglior suono, miglior fotografia, miglior montatore e migliori effetti speciali) e il miglior attore protagonista a Stefano Accorsi; Indivisibili di Edoardo De Angelis parte subito molto forte conquistando la vittoria con la miglior attrice non protagonista ad Antonia Truppo e la miglior sceneggiatura originale a Nicola Guaglianone, Barbara Petronio ed appunto Edoardo De Angelis, e portando a casa in tutto ben 6 premi tra cui campeggia anche il duplice riconoscimento a Enzo Avitabile per le musiche del film, e il premio quale migliore produttore ad Attilio De Razza e Pierpaolo Verga. Tra gli altri, spiccano le premiazioni a Valerio Mastrandrea quale miglior attore non protagonista in Fiore di Claudio Giovannesi; a Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti e Salvatore De Mola per la miglior sceneggiatura adattata per La stoffa dei sogni; a Pierfrancesco Diliberto vincitore del il David Giovani per In guerra per amore. Miglior regista esordiente Marco Danieli per La ragazza del mondo, mentre il 3 Future Award se lo aggiudica il film Il più grande sogno di Michele Vennucci, premio di norma riconosciuto all’opera “più originale, innovativa e con le migliori qualità espressive”.

Di seguito tutti i premi in ordine di conferimento:

  • Miglior Attore Non Protagonista: Valerio Mastandrea per Fiore.
  • Miglior Attirce Non Protagonista: Antonia Truppo per Indivisibili.
  • Migliore Sceneggiatura Originale: Nicola Guaglianone, Barbara Petronio ed Edoardo De Angelis per Indivisibili.
  • Migliore Sceneggiatura Adattata: Gianfranco Cabiddu, Ugo Chiti e Salvatore De Mola per La Stoffa Dei Sogni.
  • Migliore Costumista: Massimo Cantini Parrini per Indivisibili.
  • Migliore Truccatore: Luca Mazzoccoli per Veloce Come Il Vento.
  • Migliore Acconciatore: Daniela Tartari per La Pazza Gioia.
  • Premio David Giovani: In Guerra Per Amore di Pierfrancesco Diliberto.
  • Migliore Suono: Angelo Bonanni, Diego De Santis, Mirko Perri e Michele Mazzucco per Veloce Come Il Vento.
  • Migliore Musicista: Enzo Avitabile per Indivisibili.
  • Miglior Film Straniero: Animali Notturni di Tom Ford.
  • Miglior Film dell’Unione Europea: Io Daniel Blake di Ken Loach.
  • Miglior Scenografo: Tonino Zera per La Pazza Gioia.
  • Migliore Montatore: Gianni Vezzosi per Veloce Come Il Vento.
  • Migliori Effetti Digitali: Artea Film & Rain Rebel Alliance International Network per Veloce Come Il Vento.
  • Migliore Canzone Originale: ‘Abbi Pietà Di Noi’, musica e testi di Enzo Avitabile per Indivisibili.
  • Migliore Regista Esordiente: Marco Danieli per La Ragazza Del Mondo.
  • Migliore Autore Della Fotografia: Michele D’Attanasio per Veloce Come Il Vento.
  • Migliore Regista: Paolo Virzì per La Pazza Gioia.
  • Migliore Cortometraggio: A Casa Mia di Mario Piredda.
  • Migliore Documentario: Crazy For Football di Volfango De Biasi.
  • Migliore Produttore: Attilio De Razza e Pierpaolo Verga per Indivisibili.
  • Migliore Attore Protagonista: Stefano Accorsi per Veloce Come Il Vento.
  • Migliore Attrice Protagonista: Valeria Bruni Tedeschi per La Pazza Gioia.
  • Miglior Film: La Pazza Gioia di Paolo Virzì.

Luca Taiuti

Print Friendly

Manlio Boutique