Manlio Boutique

Al via da settembre, a Napoli, scuole e laboratori di recitazione per principianti, amatori o chi intende proseguire il proprio percorso di formazione.

experimentaLaboratorio di recitazione con Riccardo De Luca – Per principianti, per allievi attori, per amanti
Giorni e orari: Ogni venerdì. Corso pomeridiano: 16.00 – 19.30; serale: 20.00 – 22.30
Luogo: Teatro Arci di Cavalleggeri d’Aosta, via Luigi Rizzo n°11, Napoli
Descrizione: Il 29 settembre 2017 riapre il laboratorio alla sua 32ª edizione.
Studio shakespeariano n° 58, studio cechoviano n° 15, studio tragici greci n° 4.
L’associazione culturale Experimenta, oltre ad essere una Compagnia di teatro e una Compagnia di cinema, produce da molti anni il Laboratorio di recitazione. Il suo formatore principale, Riccardo De Luca, insegna recitazione dal 1985 e lo fa come professione primaria, alternandola a quella di regista e di attore.
Tutti gli allievi di Experimenta hanno avuto una solida formazione artistica o quanto meno una forte sollecitazione all’ interessamento verso l’arte drammatica.
Il potenziamento delle capacità espressive in senso lato, dalla voce al corpo, dallo studio delle intonazioni e delle sottostanti motivazioni, alle relative, conseguenti o preesistenti musicalità corporee, che di ciascun individuo ne sono il mondo, il suo speciale e unico universo espressivo, emotivo, esistenziale.
Come scoprirlo, come accrescerlo è questo che andremo a svelare prendendo parte a questo laboratorio di recitazione.
Metodi: I sistemi di studio usati sono personalizzati perché “Non ci può essere una via creativa uguale per tutti.” Stanislavskij
Nella vita quotidiana, “se” è evasione, in teatro “se” è la verità. Quando siamo persuasi a credere a questa verità, allora teatro e vita sono la stessa cosa. Questa è una mira elevata. Evoca un duro travaglio.Recitare richiede molto lavoro. Ma quando lo sperimentiamo nella recita, allora esso non è più un lavoro. “A play is play, recitare è recitare: recitare è un gioco”. Peter Brook
Trovare il contatto profondo tra l’accettazione di sé e l’incontro con l’altro. D’altra parte il teatro è fatto di dialoghi di qualcuno con qualcuno. “Mostrarsi”. “Io sono”. È la riconquista del più arcaico, infantile (non c’è un bambino nascosto in ogni attore?) senso psico-fisico dell’ “io sono”. Un valore terapeutico in senso lato attraverso la parola, il suono, il gesto, il movimento.
L’opposto del culto dell’immagine, dell’apparire, dell’apparenza è ritrovare la parte profonda del senso del sé, accettarsi e sviluppare quello che noi abbiamo dentro. Rompendo muri e gabbie anti-espressive che ci costringono e ci imprigionano.
Ognuno vive e sente a suo modo, con una propria sensibilità e una propria personalità che, di pari passo con ‘la tecnica’, vanno scoperte, accompagnate, a volte spettinate, per poter costruire, volta per volta, personaggi unici, che vivano e facciano vivere.
La pratica e la tecnica verranno, come sempre, ricercate soprattutto sui testi di William Shakespeare.
“Dite il vostro discorso, vi prego, come ve l’ho recitato io; come se vi danzasse sulla lingua”
William Shakespeare
Per informazioni e prenotare il colloquio di ammissione al corso:  laboratorioexperimenta@riccardodeluca.net – 3393113514 – 3355611743  – www.riccardodeluca.net

 

Teatro DianaLa palestra dell’Attore “Mariolina Mirra De Gaudio”
Luogo: Teatro Diana
Descrizione: La Palestra dell’Attore “Mariolina Mirra De Gaudio” del Teatro Diana si accinge a cominciare il quindicesimo anno di attività, che si svolgerà da ottobre a maggio. Nel mese di settembre ci saranno dei colloqui attitudinali per chi farà richiesta di iscrizione ai corsi di Teatro: l’obiettivo è raggiungere una maggiore consapevolezza di sé, delle proprie capacità espressive attraverso un’esperienza di lavoro collettivo e individuale sul corpo e la voce, la lettura di testi e la visione di spettacoli di teatro. Si formeranno 4 classi in base alla fascia d’età: – dai 10 ai 13 anni – dai 14 ai 17 anni – dai 18 ai 25 anni – over 30
Il nuovo spazio creato là dove c’erano gli uffici del Diana, proprio sotto il foyer del prestigioso teatro del Vomero, è la sede di una scuola di teatro, che noi preferiamo chiamare “Palestra dell’attore”, luogo dove ci si allena, si gioca (ma seriamente) a fare teatro, ci si prepara in vista di una possibile carriera artistica. Non è una scelta casuale quella di chiamare la nostra Scuola “Palestra”: la nostra città è piena di Scuole di Recitazione, Accademie, Laboratori, ecc., ma noi vorremmo dare ai ragazzi che frequentano i corsi tutti gli strumenti possibili per poter poi fare una scelta, la scelta definitiva, la “scelta di vita” in maniera consapevole. Alcuni diventeranno attori, altri magari indirizzeranno il loro interesse in altri settori del campo teatrale (pensiamo alla danza, al canto, alla scenografia, ai costumi ecc.), altri ancora avranno avuto la possibilità di cimentarsi in un’arte che è formativa a prescindere dai suoi sbocchi professionali e poi avranno maturato una convinzione che li spingerà a percorrere altre strade, in campi diversi. Nel frattempo si “alleneranno” a fare un gioco di squadra – che è appunto la peculiarità del teatro – ad assumersi la responsabilità di un ruolo, utilizzando gli strumenti che permettono di interpretarlo con consapevolezza e coerenza; impareranno a farsi ascoltare e ad ascoltare, e, cosa da non sottovalutare, potranno educare la propria capacità critica e di giudizio assistendo a tutti gli spettacoli in programma al Diana; avranno la possibilità di incontrare molti attori ospiti in Cartellone, alcuni dei quali potranno condurre dei brevi seminari, portando in dote la loro esperienza professionale.
Programma: Le lezioni, suddivise in 4 ore settimanali, riguarderanno le seguenti materie:
RECITAZIONE: metodo Stanislavskij; cenni di Storia del Teatro; lettura interpretativa; drammaturgia classica e contemporanea; esercitazioni pratiche su monologhi, dialoghi, scene corali; preparazione e realizzazione del Saggio di fine anno. ESPRESSIONE DEL CORPO: mimo. EDUCAZIONE AL MOVIMENTO: motricità come linguaggio non verbale; concentrazione; respirazione; armonia e coordinazione; cenni di danza. EDUCAZIONE DELLA VOCE: training vocale; canto.
Nel corso dell’anno, tra Ottobre e Giugno, si organizzeranno incontri tra gli Allievi e i più rappresentativi Attori e Registi delle Compagnie ospiti del Teatro Diana. Ciascun allievo avrà la possibilità di accedere alla visione gratuita di tutti gli spettacoli.
Per Informazioni e Prenotazioni: 0815788155 – 0815560107 – palestra@teatrodiana.it – flaminia.boscia@gmail.com

 

falegnameria-dellattoreLa falegnameria dell’attoreCorso di recitazione Teatrale – ovvero, la coscienza di sè
Luogo: Scuola di Recitazione La Falegnameria dell’Attore – Via G. Bausan, 17 (NA)
Descrizione: Il corso si propone di rendere gli allievi consapevoli dell’esistenza di linguaggi e di mezzi espressivi diversi da quelli tradizionalmente privilegiati (lingua parlata e lingua scritta), con particolare riferimento al linguaggio gestuale. Partendo da un lavoro di decondizionamento, attraverso la presa di coscienza del corpo, nella sua complessità e nelle singole parti, e delle sue enormi possibilità espressive, si procederà gradualmente verso la riappropriazione di una espressività comunicativa che è già presente nei bambini molto piccoli, ma che poi, col passare del tempo, viene progressivamente mortificata e ridotta. Invece, la riscoperta e la messa in moto di tutte le potenzialità motorie, mimiche, sonore, manipolative permette di riappropriarsi di molteplici linguaggi e innanzitutto di sè stessi, favorendo una maturazione generale della personalità e migliorandone la comunicazione in senso lato. In tre fasi, una prima nella quale si tenderà ad acquisire un buon controllo dei propri movimenti seguita da un avvio all’espressività, nella quale si inizierà ad usare “espressivamente” il controllo precedentemente acquisito, e una terza in cui verrà introdotto il lavoro sulla voce, ci si propone di raggiungere i seguenti obiettivi: Capacità di ricezione: Lavoro sul corpo per accogliere/conoscere l’altro e sè stessi; Concentrazione; Ascolto; Osservazione; Comprensione; Controllo dei movimenti per un armonico sviluppo psicofisico: Sviluppo di un percorso di padronanza e consapevolezza dei movimenti semplici e di quelli complessi; Padronanza e sicurezza nei movimenti semplici; Capacità di eseguire movimenti coordinati più complessi; Capacità di coordinare i propri movimenti con quelli di altri; Ritmo; Capacità espressiva; Espressività attraverso il corpo; Espressività attraverso la voce; Capacità di improvvisare; Controllo della voce; Capacità tecniche di base; Capacità di modulazione più complesse; Lettura tecnica.
Per informazioni: 3892199162 – info@lafalegnameriadellattore.it – http://www.lafalegnameriadellattore.it/

 

co-valenzaCO-VALENZA – Un laboratorio del Collettivo GAG
Giorni e Orari:  Venerdi 8, 15, 22, 29 ore 10.30-16; Sabato 9,16, 23, 30 ore 10.30-16; Domenica 10, 17, 24, 1 ottobre ore 11.15-17
Luogo:  vico San Mandato 38/c – Napoli
Descrizione: Il collettivo GAG organizza un laboratorio intensivo per il mese di settembre (12 appuntamenti) per prepararci alla nuova stagione appena iniziata. CI scambieremo esperienze, lavori, esercizi e idee sulla base della REATTIVITA’, che sarà il tema cardine del nostro percorso. La reattività è una delle doti principali dell’attore: oltre alla reazione un impulso, agli stimoli di un compagno in scena, ad una melodia, ad un testo, lavoreremo anche in quelle situazioni di difficoltà dove proprio la reattività diventa indispensabile perché tutto venga risolto senza che il pubblico se ne accorga.
Il percorso sarà tanto più efficace quanto si avvarrà dei contributi di tutti, quindi è importante sapere che si lavora INSIEME, sempre. Indispensabile avere una mentalità aperta ed essere pronti a tendere in ogni occasione la man o al vostro collega/compagno.
Il laboratorio è aperto a tutti (ovviamente solo attori professionisti). La selezione avverrà ad insindacabile giudizio del Collettivo, fino ad un massimo di 12 partecipanti. L’esito delle selezioni sarà comunicato privatamente ad ogni candidato entro e non oltre il giorno 4 settembre. Il collettivo si riserva di chiudere in anticipo le selezioni laddove la classe fosse già formataprima del termine. Il laboratorio, come ogni attività del collettivo, è GRATUITO per tutti i partecipanti. Unico contributo richiesto, puramente facoltativo, è un euro per la sala ad ogni incontro.
Ogni candidato dovrà indossare abiti molto comodi, piedi scalzi o calzini antiscivolo. Possibilità di cambiarsi in sede. N.B. Considerato che la parte di allenamento fisico è preponderante, senza abbigliamento da training non si potrà accedere alle attività della giornata.
Ad ogni partecipante viene richiesta una performance scenica sul tema della REATTIVITA’, della durata variabile tra i 2 e i 5 minuti. La performance è a completa discrezione del partecipante, purché sia in tema: monologo, danza, mimo, improvvisazione su musica o qualsiasi altra cosa.
Come partericpare: mandare curriculum e due foto a gagproduzioni@gmail.com

lab 2OPEN CALL della Scuola Civica “Alma d’Arte” per due WORKSHOP DI TEATRO INTENSIVO GRATUITI a cura di Adriana Follieri #ManoValanza in collaborazione con Francesca Pecoraro
Giorni e Orari: #1 WORKSHOP | ESPRESSIVITA’ VOCALE venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 #deadline domande di partecipazione: 27/08/2017; #2 WORKSHOP | TEATRO FISICO venerdì 8, sabato 9 e domenica 10 settembre 2017 #deadline domande di partecipazione: 03/09/2017
Luogo: nella sala Teatro della “Scuola Civica Alma d’Arte” di Motta (Benevento)
Descrizione: “Disciplinare la materia artistica, conoscerne tutte le regole ed esplorarne le possibilità, è condizione necessaria per sviluppare la propria libertà espressiva.”
I due workshop di Teatro intensivo “ESPRESSIVITA’ VOCALE” e “TEATRO FISICO” entrambi a cura di Adriana Follieri (regista, autrice e formatrice di MANOVALANZA) intendono sperimentare e approfondire il lavoro individuale e di gruppo del teatrante tout court, attore/autore, corpo consapevole e creativo, viatico e migrante.
I partecipanti lavoreranno specificamente sul corpo per allenare e diversificare il gesto, sulla voce passando dal canto alla parola e sull’improvvisazione e la composizione per immagini, mettendo gli strumenti acquisiti al servizio della creazione scenica. Ciascun attore viene guidato a trovare soluzioni per una totale libertà creativa e compositiva, nella conoscenza profonda di testi, contesti e colleghi sulla scena.
Programma: Allenamento: respirazione, postura, appoggi e slanci, propriocezione, corpo quotidiano/corpo scenico; Esercizio e pratica scenica collettiva; Creazione di un vocabolario scenico comune; L’ascolto e i linguaggi non verbali; Articolazione: suono, parole, tempo, ritmo e tono, espressione della parola scritta, espressione della parola orale, ascolto, canto;  Micromelodie e ritmi; Racconto fisico, dinamica musicale, dinamica spaziale, impulsi nello spazio, accumulo e rilascio delle forze; Lavoro del teatrante tout court: ricerca dell’attore/autore; Composizione individuale; Composizione collettiva; Consapevolezza scenica: il teatro come sintesi naturale.
All’interno di ciascun percorso verranno proposti alcuni materiali e frammenti (drammaturgie, poesie, testi narrativi, immagini, suoni, canti) sui quali lavoreremo in gruppo e singolarmente.
NB: A tutti i partecipanti è richiesta la scelta di un’immagine, di un canto e di un breve testo a memoria (poetico, narrativo o drammaturgico).
È richiesto abbigliamento comodo e neutro.
A chi si rivolge: – Entrambi i workshop si rivolgono ad attori, cantanti, performer, mimi, danzatori, registi e autori, senza limiti di età o di provenienza.
– Non c’è propedeuticità, ma è possibile presentare domanda di partecipazione per entrambi i workshop: il progetto formativo “Scuola Civica Alma d’Arte” favorisce e incentiva la continuità di partecipazione e di approfondimento nella ricerca artistica.
– I laboratori di “Alma d’Arte” si rivolgono principalmente ai residenti dei seguenti comuni: Sant’Angelo a Cupolo, San Giorgio del Sannio, Calvi, San Nicola Manfredi, San Nazzaro, Ceppaloni, Arpaise, San Leucio Del Sannio. (Il 60% dei posti sarà destinato a donne tra i 18 e i 35 anni, disoccupate o inoccupate residenti nei Comuni sopraindicati.)
– La conferma di partecipazione costituisce impegno formale a frequentare il workshop intensivo per tutta la durata prevista.
Per iscriversi: Entrambi i workshop sono gratuiti. Per candidarsi occorre inviare entro e non oltre le date indicate scheda d’iscrizione debitamente compilata, una foto, il proprio CV e una breve lettera motivazionale al seguente indirizzo: info@almadarte.it (inserendo in Cc anche: adriana@manovalanza.it). Le persone selezionate saranno convocate via e-mail.
Info e iscrizioni: 3489342572 – info@almadarte.it – adriana@manovalanza.it – www.almadarte.it

 

lab 1LA DIMENSIONE TRANSCULTURALE DELLA MASCHERA – un possibile sincretismo tra la Commedia dell’Arte e la danza degli Orixa a cura di Luca Gatta e Ana Auxiliadora Estrela
Giorni e Orari: 7-10 settembre, h 10.00 – 14.00 e h 15.00 – 18.00 modulo di Commedia dell’Arte con Luca Gatta; 11-14 settembre, h 10.00 – 14.00 modulo di danza degli Orixa con Ana Auxiliadora Estrela e h 15.00 – 18.00 modulo di Commedia dell’Arte con Luca Gatta; 15-17 settembre, h 10.00 – 14.00 e h 15.00 – 18.00 sintesi delle due discipline con Luca Gatta.
Descrizione: Anche per questa edizione “I viaggi di Capitan Matamoros” presenta l’appuntamento pedagogico sulla nuova Commedia dell’Arte. Un lavoro di ricerca che da più di dieci anni Luca Gatta, regista, actor trainer e direttore artistico del festival, porta avanti sui possibili sincretismi tra le forme teatrali e le discipline performative afferenti a diverse tradizioni. Quest’anno il carrozzone del nostro Capitan Matamoros si ferma a Bahia, dove incontra il Candomblè e la danza degli Orixa. Cos’è che accomuna due forme espressive così lontane fra loro? Da un lato, abbiamo un rituale di origine afro-brasiliana, dall’altro la forma di spettacolo che ha caratterizzato l’Europa moderna. Sicuramente entrambe queste forme narrano storie non di uomini ma di archetipi e sebbene il teatro sia una forma degradata del rituale è pur sempre un rito che si perpetra nella continua riproposizione del modello. Ma ciò che accomuna le due tradizioni è sicuramente l’attore-performer che, in entrambi i casi, incarna dei principi attraverso l’uso di una tecnica raffinata, tali principi costituiscono gli strumenti dell’artigianato teatrale. Durante la masterclass saranno esplorati i territori comuni dell’attore e dell’attuante, la capacità dell’uno di veicolare il proprio personaggio, la capacità dell’altro di utilizzare il proprio archetipo come veicolo per arrivare a qualcosa di più sottile.
A presentare un possibile sincretismo quest’anno come Maestra esterna ci sarà Ana Auxiliadora Estrela danzatrice di Bahia che ha fatto del dialogo interculturale la sua missione.
La masterclass si svolgerà a Napoli dal 7 al 17 settembre 2017, per un totale di 70 h di formazione con i due Maestri secondo il seguente calendario: 7-10 settembre, h 10.00 – 14.00 e h 15.00 – 18.00 modulo di Commedia dell’Arte con Luca Gatta; 11-14 settembre, h 10.00 – 14.00 modulo di danza degli Orixa con Ana Auxiliadora Estrela e h 15.00 – 18.00 modulo di Commedia dell’Arte con Luca Gatta; 15-17 settembre, h 10.00 – 14.00 e h 15.00 – 18.00 sintesi delle due discipline con Luca Gatta.
Programma dettagliato della masterclass e curriculum dei maestri –> https://goo.gl/VY8v2e
A chi è rivolto: Il corso è rivolto ad attori professionisti, allievi attori di scuole di teatro e attori amatoriali disposti a lavorare con il corpo, ed è riservato a un massimo di 25 allievi, Al termine delle lezioni verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
I partecipanti potranno inoltre assistere gratuitamente agli spettacoli del Festival.
Per iscriversi: La Domanda di iscrizione 2017 debitamente compilata deve essere inviata via mail con allegato il CV e una lettera motivazionale, specificando come oggetto: “Iscrizione Masterclass 2017. Scarica la domanda di iscrizione –> https://goo.gl/T6CNZE
Il termine ultimo per le iscrizioni è il 2 settembre 2017, è possibile ottenere uno sconto sul costo totale del corso per chi si iscrive entro il 26 agosto 2017.
Info iscrizioni: progetti@enkaipan.com – 339 62352 95

Gabriella Galbiati

Print Friendly

Manlio Boutique