“Il mestiere dell’attore” nei termini di spazio, corpo e voce è il tema su cui si lavorerà dal 30 gennaio al 4 febbraio.

Nell’ambito del 18° Festival Internazionale dell’Attore segnaliamo il laboratorio diretto da Massimiliano Civica organizzato presso lo spazio START di Interno5, che si terrà dal 30 gennaio al 4 febbraio 2012 e verterà sugli argomenti di seguito indicati.

«Lo spazio START diretto da Interno5 presenta:

Il Mestiere dell’Attore
laboratorio teatrale sulla costruzione del racconto scenico diretto da Massimiliano Civica, dal 30 gennaio al 4 febbraio 2012, presso lo START in Via San Biagio dei Librai, 121 – Napoli.

Uno spazio, il corpo, la voce e qualcosa da dire: ecco, ridotti all’essenziale, gli elementi fondanti del lavoro dell’attore.

Su questi fondamentali si eserciteranno i partecipanti al laboratorio, prima analizzandoli separatamente e poi nella loro interrelazione scenica: il lavoro sulla voce naturale, non accademicamente impostata, con lo studio del parametro della proiezione attraverso la recitazione in coro e la lettura metrica di testi poetici italiani; la ricerca del peso corporeo e della propria presenza fisica all’interno delle coordinate dello spazio vuoto del palco; infine la costruzione di un racconto scenico efficace e coerente attraverso la realizzazione di breve improvvisazioni guidate.

Il laboratorio non fornirà tecniche, trucchi o stili di recitazioni prefissati, ma intende portare gli allievi a confrontarsi con le questioni fondamentali della recitazione, in modo che ognuno sia in grado di produrre le proprie personali risposte.

Il laboratorio è aperto ad un numero massimo di 15 partecipanti che saranno selezionati su curriculum da inviare a interno5start@gmail.com , la quota di partecipazione è di 150 €.

 

Massimiliano Civica:

Dopo una laurea in Lettere in Metodologia della Critica dello Spettacolo, svolge un percorso formativo composito che passa dal teatro di ricerca (seminari in Danimarca presso l’Odin Teatret di Barba) alla scuola della tradizione italiana (si diploma in regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico) per poi compiere un apprendistato artigianale presso il Teatro della Tosse di Genova (a contatto con il sapere scenico di Lele Luzzati e la fantasia di Tonino Conte). Da queste esperienze elabora una visione del teatro che esalta il ruolo dell’attore, vero protagonista dell’evento teatrale. I suoi spettacoli (Andromaca, Grand Guignol, La Parigina, Farsa, Il Mercante di Venezia) sono ospitati nei più importanti teatri e festival italiani.

Nel 2007 vince il Premio Lo Straniero (assegnato dall’omonima rivista diretta da Goffredo Fofi) e il premio  Associazione Nazionale Critici Teatrali-rivista Hystrio per l’insieme della sua attività teatrale.

Sempre nel 2007, a soli 33 anni,  diventa Direttore Artistico del Teatro della Tosse di Genova, dando vita al progetto triennale Facciamo Insieme Teatro, che vince il Premio ETI Nuove Creatività.

Nel 2008 per lo spettacolo Il Mercante di Venezia, prodotto dalla Fondazione Teatro Due di Parma, vince il Premio UBU per la miglior regia.

Nel 2009 gli viene assegnato il Premio Vittorio Mezzoggiorno.

Nel 2010 dirige Un sogno nella notte dell’estate di Shakespeare, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria e dal RomaEuropa Festival.

Come studioso ha collaborato con la cattedra di Metodologia della Critica dello Spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma, e, nel biennio 2007-2009, ha tenuto la cattedra di Regia presso l’Accademia di Belle Arti di Genova».

 

Informazioni allo 081551498, al 3498773881 o alla mail interno5start@gmail.com.

Print Friendly