Tra empatia e immedesimazione, Mario Gelardi chiude attori e spettatori in gabbia per raccontare un destino, quello dei tanti rifugiati respinti o male accolti, e per sollecitare un dialogo, che...
Continua »