Penelope, Arianna, Canace, Medea, Ipsipile rievocano la condizione femminile coniugata al presente, e le parole di Ovidio tornano a parlare affidate all’interpretazione di Manuela Kustermann e al piano di Cinzia Merlin. di Elvira Sessa “Andrò...
Continua »